Sgomberato il campo nomadi abusivo a Felino

Nella mattinata di oggi, agenti della Polizia Pedemontana e Carabinieri hanno allontanato quaranta persone accampate con 16 mezzi tra auto, camper e roulotte

Sgomberato a tempo di record il campo nomadi abusivo che si era venuto a creare nella serata di ieri a Felino, quando una quarantina di persone a bordo di sedici mezzi, tra roulotte auto e camper, si erano stabiliti nel parcheggio retrostante all’ipermercato Conad. Nella mattinata di oggi, infatti, a seguito dell’ordinanza di sgombero firmata dal sindaco di Felino e assessore alla Sicurezza dell’’Unione Pedemontana, Elisa Leoni, due pattuglie della Polizia Locale Pedemontana insieme ad altrettante pattuglie dell’Arma dei Carabinieri, hanno iniziato l’operazione di allontanamento dei nomadi che si è svolta senza particolari problemi ed è terminata attorno alle 13.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento