menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montanara, sgomberati i senzatetto dalla foresteria del Cinghio

L'azione è stata stigmatizzata dal circolo Pd del Montanara che solo qualche settimana fa aveva puntato i riflettori sul degrado dell'area. Non è certo sgomberando dai locali persone senza casa, e quindi in difficoltà, o murando le porte per impedirne l’accesso, la risposta"

Nella mattinata di ieri, 18 dicembre, la Foresteria del Cinghio è stata sgomberata: all'interno alcune persone senza casa che ci trascorrevano la notte, in assenza di un'altra soluzione abitativa, sono state fatte uscire. Gli ingressi sono stati murati per impedire l'accesso in futuro ad altre persone in difficoltà. L'azione è stata stigmatizzata dal circolo Pd del Montanara che solo qualche settimana fa aveva puntato i riflettori sul degrado dell'area. Non è certo sgomberando dai locali persone senza casa, e quindi in difficoltà, o murando le porte per impedirne l’accesso, la risposta". 

LA NOTA DEL PD MONTANARA - "Ci voleva la recente iniziativa sul degrado promossa dal Circolo PD Montanara, insieme a ParMap, a far ricordare all’Amministrazione Comunale le condizioni di spaventoso degrado in cui versa da tempo l’intera zona di Largo 8 Marzo. Proprio stamattina, dopo le nostre innumerevoli segnalazioni (accompagnate da proposte costruttive anche nella sede del percorso partecipativo ”Il verde del Montanara”, dove alle parole e alla spesa non è mai seguito un solo intervento), il Comune e le forze dell’ordine hanno proceduto all’ ‘azione di bonifica’ dell’area di Largo 8 Marzo relativa alla Foresteria del Teatro Cinghio da tempo lasciata in un totale stato di incuria, così come il podere Cinghio e l’ex Centro Civico e, ancora, Villa Ghidini. 

Realtà importanti nella storia del quartiere Montanara e dell’intero tessuto urbano, che stanno andando in malora per mancata manutenzione e progetto di riqualificazione e che proprio per questo sono diventate occupazioni abusive di gruppi a rischio di devianza sociale. Non è però certo sgomberando dai locali persone senza casa, e quindi in difficoltà, o murando le porte per impedirne l’accesso, la risposta. Non basta spostare altrove il problema, così come non è una risposta quella di eliminare le coperte dei senzatetto sotto i portici della Pilotta in nome del decoro urbano.

Vivere in comunità all’interno di un quartiere richiede una serie di requisiti, in particolare adeguati servizi alla persona e interventi per la sicurezza dei cittadini, ambientale e del vivere quotidiano. Proprio per questo il Circolo PD Montanara, anche in riferimento agli ultimi tragici fatti di cronaca che hanno colpito il quartiere e l’intera città, è fortemente preoccupato per la mancanza di attenzione rispetto a tutta la zona del Cinghio Sud, che sempre più si sta trasformando in una sorta di ghetto dimenticato da tutti. E proprio per questo ritiene necessario un confronto con l’Amministrazione e con le forze sociali presenti sul territorio. Sappiamo bene che il degrado ambientale e quello urbanistico alimentano quello sociale, creando sacche di emarginazione che se non arginate si possono sempre più ampliare. Ci piacerebbe pertanto conoscere, dato che il quartiere non ne è informato e nemmeno è stato coinvolto (alla faccia della sbandierata partecipazione!), il progetto complessivo di riqualificazione dell’intera area che necessita di interventi urgenti sotto ogni profilo, indispensabili per dare tranquillità ai cittadini, per non permettere alla paura e alla rassegnazione di prevalere in un quartiere da sempre caratterizzato da forte senso civico e democratico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento