menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Lo shaboo distrugge i neuroni: chi la assume rimane in uno stato cronico di apatia"

Giuseppe Fertonani Affini, neurobiologo e psichiatra del Sert, parla della nuova droga che ha fatto proseliti anche a Parma "dove nell'ultimo anno ci sono stati più o meno dieci casi"

"Lo shaboo è una sostanza di sintesi ed è un derivato dell'anfetamina che è stato prodotto e sintetizzato in Giappone nel 1930. Da qui si è poi diffuso in Asia e in tutto il mondo, anche in Europa: è stata una sostanza utilizzata anche per scopi terapeutici ma poi è stata tabellata come sostanza psicoattiva e quindi è a tutti gli effetti una sostanza stupefacente". Giuseppe Fertonani Affini, neurobiologo e psichiatra del Sert, parla della nuova droga che ha fatto proseliti anche a Parma "dove nell'ultimo anno ci sono stati più o meno dieci casi di pazienti che ci hanno chiesto una mano per liberarli da shaboo, una droga terribile molto tossica dal punto di vista cutaneo, è una sostanza dermotossica che produce lesioni a livello della cute e dell'apparato boccale". 

Quali sono gli effetti che provoca in chi assume shaboo?

"Chi assume questa droga ha una sensazione di impotenza, di rimozione di ogni freno inibitore, una rimozione del senso di fatica e le persone che la utilizzano riescono a lavorare ed essere competitive per 22, 24 o anche 26 ore in modo consecutivo. E' una sostanza che è dieci volte più potente della cocaina che va a spremere i neuroni dopamineaci, i neuroni che producono dopamina e incide molto sul nostro sistema nervoso centrale. Causa la piorrea, ovvero caduta di denti. La pericolosità di questa sostenza è legata alla capacità di distruggere i neuroni che producono dopamina. Distrutti questi neuroni la persona non ha più la capacità di provare sensazioni piacevoli e rimane in uno stato cronico di apatia, di incapacità a percepire le cose belle della vita e cause delle forme depressive assolutamente incurabili". 

Perché viene utilizzata la shaboo?

"Viene utilizzato perchè rimuove la fatica per chi fa lavori estremamente stressanti e faticosi, dal professionista che è molto impegnato, da chi fa turni notturni. Può essere utilizzata per il chem sex, per la dipendenza sessuale, favorisce la dipendenza fisica al rapporto sessuale. Vengono acuiti tutti i sensi e non viene percepita la fatica: hai questa sensazione di onnipotenza".

Quali sono gli effetti collaterali?

"Gli effetti collaterali sono a breve termine la profonda stanchezza dopo aver fatto abuso di shaboo che dura 4, 5, 6, 7 giorni. I neuroni che producono dopamina vengono spremuti e quindi il cervello deve risintetizzare questa sostanza. A medio e lungo termine c'è la sensazione di confusione e di disturbi cognitivi, disturbi della memoria e della concentrazione, problemi psichiatrici, disturbi d'ansia e dell'umore che con il tempo possono diventare irreversibili".

Dove si compra?
"Sostanzialmente in internet, sia in internet che nella dark net dove puoi ordinare la droga che ti arriva direttamente a casa, ovviamente senza l'indicazione di cosa c'è dentro. E' il nuovo mercato delle sostanze psicoattive".

Come si utilizza la shaboo?

"Si utilizza o per via inalatoria, fumata o per via iniettiva, l'effetto è molto più veloce ed intenso per via iniettiva. Nell'ultimo anno a Parma ci sono stati una decina di casi di pazienti che avevano altri tipi di dipendenze legate allo chem sex ma anche legate al consumo di altre sostanze come la ketamina, il mefedrone".

Ma che tipo di droga è?  Quanto costa?

"Il costo è molto basso, 12 o 14 euro a grammo se presa su internet: si presenta sotto forma di cristalli. E' una droga che arriva dall'Asia e viene prodotta in Cina e in India, passando dall'Olanda e da tutte le nazioni della comunità europea. E' molto trasversale, non esiste una tipologia di pazienti, può essere usata dal professionista per fare dei turni di lavoro molto prolungati perchè facilita la concentrazione, può essere utilizzata da chi vuole provare un piacere prolungato. Hai la possibilità di sfruttare il godimento per un periodo molto lungo". 

Come si esce da questo tunnel?

"Si esce cercando di rivedere il proprio stile di vita, a chiudere tutti gli accessi legati a internet, cancellare tutti i siti dove si può trovare e fare un percorso riabilitativo psicolgico e psichiatrico-sanitario, il percorso da personalizzato e va fatta una revisione completa dello stile di vita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: scuole di Parma e provincia vicino al rischio chiusura

  • Cronaca

    Covid: a Parma quasi 46 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento