Si addormenta sul treno e rimane bloccata dentro, rompe un finestrino per uscire: denunciata 25enne

L'episodio è avvenuto nella mattinata del 14 agosto: la Polfer ha identificato la giovane italiana, denunciandola per danneggiamento

Si è addormentata a bordo del treno regionale R 11414, il cui arrivo era previsto alla stazione di Parma e non si è svegliata, nemmeno quando il treno ha finito la sua corsa, all'interno dello scalo ferroviario. Quando si è accorta di essere chiusa all'interno del convoglio - le porte infatti erano tutte bloccate come previsto dal regolamento - ha deciso di spaccare un finestrino per riuscire ad uscire. Una ragazza 25enne italiana, le cui iniziali sono K.V., è stata identificata poco dopo dalla Polizia Ferroviaria e denunciata per danneggiamento. L'episodio si è verificato nella mattinata del 14 agosto: il treno era fermo per poi ripartire per le ore 12, in direzione Bologna. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento