Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Si droga, poi prende a calci e pugni e lancia oggetti contro i poliziotti: arrestato 40enne filippino

La madre ha chiamato il 113 per il figlio andato in escandescenza: bloccato grazie allo spray al peperoncino

Ha picchiato i poliziotti con calci e pugni, poi ha preso alcuni oggetti dalla cucina e li ha lanciati contro gli agenti, allo scopo di ferirli. Un 40enne filippino, che vive all'interno dell'abitazione della madre in pieno centro è stato arrestato nel pomeriggio di domenica 14 febbraio con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo era sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. 

È stata proprio la madre a chiamare il 113: il figlio infatti, dopo aver assunto droga, era andato in escandescena. La donna, preoccupata, ha chiamato i poliziotti. Al loro arrivo però il 40enne si è agitato ulteriormente ed ha iniziato a colpirli con calci e pugni. Gli agenti sono stati aggrediti appena sono entrati all'interno dell'abitazione. 

Ad un certo punto ha anche preso alcuni oggetti e li ha scagliati contro di loro. I poliziotti sono riusciti a bloccarlo anche grazie all'uso dello spray al peperoncino. Per il cittadino filippino sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si droga, poi prende a calci e pugni e lancia oggetti contro i poliziotti: arrestato 40enne filippino

ParmaToday è in caricamento