menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si presentano all'esame di italiano per il permesso di soggiorno con i documenti 'falsi': un arresto e due denunce

L'episodio è avvenuto all'interno del Cpia di via Spezia: i poliziotti hanno portato in carcere un 44enne dello Sri Lanka, già ricercato per lo stesso reato

Si sono presentati all'esame finale per il rilascio dell'attestato di conoscenza della lingua italiana livello A2, quello necessario per la richiesta e il rinnovo del permesso di soggiorno presentando documenti di altre tre persone. Nella mattinata di sabato 9 febbraio i poliziotti delle Volanti sono intervenuti in via Spezia, dopo essere stati chiamati dal personale dell'ente di formazione Cpia. Prima dell'inizio del test infatti gli operatori si sono accorti che c'era qualcosa che non andava in quei tre documenti: le foto non corrispondevano ai tre stranieri presenti per sostenere l'esame. Gli agenti della Volante hanno verificato che i tre non erano quelli che dicevano di essere: i documenti appartenevano infatti ad altre persone, cittadini indiani e dello Sri Lanka come loro. A quel punto i poliziotti hanno denunciato i tre per tentata truffa e sostituzione di persona. Per uno di loro, un 44enne dello Sri Lanka, si sono aperte le porte del carcere: su di lui infatti gravava un ordine di carcerazione per il reato di possesso e fabbricazione di documenti falsi. I due denunciati sono due cittadini indiani di 36 e 41 anni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa

  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento