menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazzale Inzani il 21 gennaio - foto: Francesca Mastracci/ParmaToday

Piazzale Inzani il 21 gennaio - foto: Francesca Mastracci/ParmaToday

Un pomeriggio in Oltretorrente ad una settimana dall'entrata in vigore nel nuovo Regolamento

L'ora é quella del tramonto, con persone che rincasano o aspettano i bus alle fermate, i bar sono già pronti per gli aperitivi, nelle vie e nei vicoli c'è un certo via vai. In tanti portano la spesa in mano, qualcuno passeggia con il cane. L'Oltretorrente appare un quartiere in movimento dove risiedono parmigiani, immigrati e studenti fuorisede

A circa una settimana dall'entrata in vigore del nuovo Regolamento di Polizia Urbana che, tra le alte cose, ha istituito sanzioni per chi beve fuori dai locali autorizzati alla somministrazione di alcolici e per chi beve creando assembramento di persone o intralcio nelle zone di "piazza Duomo, Battistero, Pilotta, piazzale della Pace, piazzale della Chiesa e zona dell'Oltretorrente compresa fra via D'Azeglio, via Imbriani, via Cocconcelli e piazzale Santa Croce",  Parmatoday ha fatto un giro in Oltretorrente per ascoltare le opinioni dei residenti e per capire se la situazione sia in qualche modo cambiata. L'ora é quella del tramonto, con persone che rincasano o aspettano i bus alle fermate, i bar sono già pronti per gli aperitivi, nelle vie e nei vicoli c'è un certo via vai. In tanti portano la spesa in mano, qualcuno passeggia con il cane. L'Oltretorrente appare un quartiere in movimento dove risiedono parmigiani, immigrati e studenti fuorisede. Le vie ospitano attività commerciali, di ristorazione, ma anche attività ricreative di vario tipo e una sede dell'Università. Eppure, a quanto pare, proprio ieri nella zona di via D'Azeglio di fronte all'Annunziata una donna sarebbe stata picchiata dal compagno, in presenza del figlio, senza che l'eco dell'aggressione fosse percepita dai residenti.

Via d'Azeglio il 21 gennaio - foto: Francesca Mastracci/ParmaToday

viaazeglio-3

Le persone ascoltate ci hanno riferito di un netto miglioramento riguardo la percezione della sicurezza: "Guardi qui - spiega una signora residente in via D'Azeglio indicando borgo Fiore - Solo una settimana fa c'erano capannelli di persone che bevevano a quest'ora. Io ero a disagio. Anche il giorno di Natale, alle 18, degli amici mi hanno riaccompagnato in via Imbriani e io ho voluto fare un altro giro per rientrare a casa. Fino ad oggi la sicurezza é stata alquanto carente". Un altro residente racconta: "Oltre a bere le persone gettavano rifiuti per strada nonostante i cestini a poca distanza. Per terra era pieno di cicche, bottiglie, lattine e carta. Certo ora la situazione è solo parzialmente migliorata, visto che qualcuno lascia dei sacchetti con l'immondizia di fianco ai cestini rossi, quindi spero che si investa di più sul decoro di questo quartiere". "Dopo la rissa che c'è stata a dicembre l'attenzione sull'Oltretorrente é tornata alta - afferma un signore a passaggio in piazzale Inzani - Una rissa avvenuta per questioni di territorio per lo spaccio, non è possibile che si debba arrivare a questo per avere sicurezza. Anche i media ci aiutino a tenere alta l'attenzione sul quartiere. In passato abbiamo spesso chiamato le forze dell'ordine, ma la risposta era sempre blanda. Mancanza di pattuglie e di fondi più che altro, ci rispondevano. Prima che vietassero di bere il piazzale era pieno di capannelli di persone, che schiamazzavano ed erano sgradevoli con le donne, ora sembra un posto normale". 

"Da qualche mese é nato il Comitato Amici di Piazzale Inzani  - spiega Sandra Assandri che lo coordina - abbiamo una pagina Facebook, inoltre ci stiamo muovendo tra cittadini e con le ragazze che gestiscono la Tana Bio per organizzare eventi in questa zona. Abbiamo già effettuato una castagnata e realizzato un albero di Natale che è rimasto allestito fino a Sant'Ilario. Il nostro scopo è quello di far vivere il piazzale, anche organizzando vari tipi di eventi che attirino persone da fuori dall'Oltretorrente. Certo la burocrazia é complicata e noi abbiamo tante idee, ma anche bisogno della collaborazione dell'amministrazione comunale. Siamo comunque soddisfatti di quello che abbiamo fatto fino ad ora, soprattutto dell'albero che ha creato davvero un bel clima in questo spazio e tra le persone".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento