menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Simula il furto di 65 cellulari dal suo negozio per incassare i soldi dell'assicurazione: denunciato

Il titolare di un negozio di telefonia è stato segnalato per simulazione di reato: aveva incassato 17 mila euro dalla compagnia di assicurazione che l'ha querelato per truffa

L'11 settembre del 2017 aveva denunciato il furto di 65 cellulari presso il suo negozio di telefonia di Parma: grazie alle dichiarazioni di otto persone trovate in possesso del cellulari, denunciate per ricettazione, i poliziotti delle Volanti sono riusciti a ricostruire ciò che era realmente successo, ovvero che il titolare aveva simulato il furto per ottenere il rimborso dell'assicurazione. C.R., queste le iniziali dell'uomo, è finito nei guai. Tutto ha inizio quando nel settembre dell'anno scorso viene denunciato un furto ai danni del negozio: il titolare si presenta dalla polizia per riferire che nella notte alcuni ladri erano entrati e, dopo aver tagliato le inferriate, avevano rubato 65 cellulari e 10 dipositivi elettronici, per un valore totale di oltre 20 mila euro. Il gestore ha poi fornito il codice IMEI di 55 telefoni rubati. L'analisi dei tabulati telefonici, avvenuta dopo la richiesta della sezione Antirapine alla Procura della Repubblica di Parma, ha permesso agli inquirenti di risalire ad otto persone che possedevano i telefoni, denunciate per ricettazione. Le loro dichiarazioni hanno però incastrato il titolare: le indagini hanno permesso di verificare che il furto era stato simulato dall'uomo per ottenere i soldi dell'assicurazione che, infatti, aveva liquidato 17 mila euro. La compagna assicuratrice ha querelato il titolare per truffa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento