Berceto, il sindaco sostituisce la foto di Napolitano con quella di Papa Francesco

L'inziativa di Luigi Lucchi per protestare contro l'abolizione dei consigli provinciali e contro le misure relative alle finanze comunali contenute negli ultimi provvedimenti del governo: 'Il papa offre motivi di speranza e tenerezza"

Per protestare contro l'abolizione dei consigli provinciali e contro le misure relative alle finanze comunali contenute negli ultimi provvedimenti del governo, ha deciso di togliere dal suo ufficio la foto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e sostituirla con quella di papa Francesco. E' l'iniziativa di Luigi Lucchi, sindaco di Berceto (Parma), non nuovo ad iniziative clamorose di protesta per la situazione dei comuni italiani. "Ho sempre ammirato Giorgio Napolitano - ha detto Lucchi - e questa ammirazione è cresciuta, a dismisura, dopo il suo storico discorso, al Parlamento, in occasione della sua rielezione. E' forte la mia delusione, nei confronti del custode della Costituzione, nel costatare che firma e approva leggi chiaramente anticostituzionali come la soppressione dei consigli provinciali eletti dai cittadini, l'imposizione, occupazione, dello Stato che usa tasse e imposte comunali trasformando i sindaci in suoi gabellieri. E che approva leggi che limitano e molto, fino alla soppressione, l'autonomia dei Comuni". Da qui la decisione di sostituire il ritratto con quello del Papa che, secondo Lucchi, "offre, in ogni occasione, motivi di speranza, tenerezza, e indica la strada per il riscatto sociale e morale di ognuno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento