menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La mia vita distrutta dalle slot: le ho prese a pugni, poi ho ricominciato a vivere"

Vanessa (nome di fantasia) è entrata nel solito bar, si è posizionata davanti alla macchinetta come faceva sempre ma ad un tratto ha sentito qualcosa di forte dentro di lei...

Il rumore sempre uguale delle slot machine, sentito per ore ed ore: quello dello sbattere dei piatti uno contro l'altro. Dopo anni di dipendenza dal gioco d'azzardo, un termine che inizierà ad utilizzare soltato dopo averne preso consapevolezza, Vanessa (nome di fantasia) non ce la fa più e sbotta. Era un mercoledì mattina e lei aveva finito di lavorare alle 3 di notte. Come faceva sempre alle 7 era già nel bar sotto casa per giocare con le slot. 

"Ho iniziato per gioco, poi non ho più smesso"

"Era impossibile farcela con quello stipendio da lavapiatti e con due bambini" ci racconta la ragazza, evidentemente ancora scossa. "Avevo iniziato a giocare con le slot quasi per scherzo: era stata una mia amica a consigliarmelo ma è stata la mia rovina. Credevo di fare qualche vincita e poi di smettere subito. Invece non è andata così: quasi da subito è diventata un'abitudine ma non me ne sono resa subito conto". Vanessa è entrata in quel bar, si è posizionata davanti alla macchinetta come faceva sempre ma ad un tratto ha sentito qualcosa di forte dentro di lei: ha cominciato a tirare pugni contro la macchina, della quale era diventata schiava. Voleva smettere ma non riusciva a farlo. 

"Le ho prese a pugni due o tre volte: tutti mi guardavano..."

"Ho avuto alcuni minuti di vuoto: credo di essere sbottata: avevo azzerato il conto corrente, lo stipendio non mi era ancora arrivato ed io lo utilizzavo in gran parte per le slot machine. Quella mattina avevo ancora tutto da fare: avevo dormito tre ore e in automatico ero andata al bar. Non so cosa mi sia preso ma da quel momento in poi ho deciso di cercare di smettere. Ho preso a pugni la slot credo due o tre volte: mi hanno detto poi che le persone accanto a me mi hanno guardato molto". 

"Ho perso 15 mila euro alle slot"

Dopo questo episodio Vanessa ha vissuto un momento ancora più drammatico: ha cercato di allontanarsi dalle slot, chiedendo un aiuto ma la sua vita non è stata certo facile. "Con due figli piccoli e un monte di debiti non ho passato momenti felici. In totale ho calcolato di aver perso circa 15 mila euro. Oltretutto il mio ex marito non mi passava gli alimenti ma non succedeva nulla. Nel senso che ho dovuto fare affidamento solo su me stessa e la mia famiglia". Ma Vanessa ora è riuscita a liberarsi da questa dipendenza e sta cercando di rifarsi una vita. Senza slot

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento