Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

Il ricordo della 12enne parmigiana morta ieri in ospedale a Massa dopo un tragico incidente in piscina: un vuoto incolmabile per il fratello gemello, i genitori e le insegnanti dell'Istituto La Salle di Parma

Era solo una bambina, che amava giocare, ballare e sorridere con i compagni della 1a A delle scuole medie che frequentava a Parma all'Istituto La Salle, con il fratello gemello Tommaso e con i genitori, Edoardo, originario di Vicenza e Vanna, che gestiscono uno studio odontoiatrico a Parma. 

Sofia Bernkopf è morta durante un momento che avrebbe dovuto essere di gioia e che, in pochi attimi, si è trasformato in tragedia. Un choc profondissimo per i genitori e per tutti quelli che la conoscevano a Parma. Erano le 4 di pomeriggio di sabato quando ha deciso di entrare nella piscina idromassaggio all'interno del bagno Texas di Marina di Pietrasanta, dove si trovava in vacanza con i genitori.

Sono bastati pochi attimi e Sofia ha rischiato di annegare, forse per una congestione che le ha provocato poi un arresto cardiaco, forse perchè i suoi capelli sono stati aspirati dal bocchettone della vasca. La piccola è stata soccorsa e subito trasportata all'Opa di Massa, dove è rimasta attaccata all'Ecmo, con la speranza che il suo cuore e i suoi polmoni tornassero a funzionare correttamente. Ma Sofia, la bimba dolce e solare che giocava e rideva con tutti, non ce l'ha fatta. Alle ore 16 di ieri, mercoledì 17 luglio, è stata dichiarata la morte cerebrale. 

Gli inquirenti stabiliranno la dinamica dell'incidente: le ipotesi sono quelle di un arresto cardiaco dovuto ad una congestione ma c'è anche uno scenario più inquietante: che i capelli della bambina possano essere stati aspirati dal bocchettone della vasca. La Procura di Lucca verificherà eventuali responsabilità: sei persone sono state iscritte nel registro degli indagati, i responsabili della struttura e gli assistenti bagnanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nascondevano otto chili di cocaina in un garage del San Leonardo: arrestato un pizzaiolo ed il suo complice

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Usò il collare elettrico fino a provocare la morte del cane: condannato allevatore 47enne di Parma

  • Blitz contro l'Ndrangheta nel parmense: sequestrati 9 milioni di euro di beni a due imprenditori

Torna su
ParmaToday è in caricamento