Cronaca

Stipendi non pagati, Asp risponde a Solaris: "Il ritardo è stato azzerato"

Il presidente Giancarlo Cattani rassicura i dipendenti della cooperativa che aveva denunciato ritardi nelle retribuzioni. "I pagamenti avvengono ogni 30 giorni. Pagato il mese di gennaio. Situazione normalizzata"

Avevano denunciato “gravi ritardi nei pagamenti dello stipendio” ed ecco che magicamente i pagamenti sono arrivati. I dipendenti della cooperativa Solaris, che la scorsa settimana avevano lanciato l’allarme sulle retribuzioni della busta paga, adesso possono stare tranquilli. Parola di Giancarlo Cattani, presidente di Asp Ad Personam: “L’azienda eroga regolarmente gli stipendi al personale. Forse c’è stato un ritardo di un mese ma la situazione è stata normalizzata”. 

I dipendenti della cooperativa Solaris, attivi come infermieri e fisioterapisti per conto di Asp, avevano chiesto di vigilare sul rispetto dei contratti in quanto "infermieri e fisioterapisti pur in questa difficile situazione hanno continuato a garantire le loro prestazioni ben consci di svolgere un importante servizio pubblico a favore di persone anziane, ma nessuno può pensare che a loro carico siano solo i doveri ma non i diritti".

Vere e proprie grane che però non preoccupano i vertici di Asp: “I pagamenti avvengono sempre ogni 30 giorni cioè alla fine del mese successivo. Al momento so che è stato pagato il mese di gennaio quindi da questo punto di vista ci siamo allineati. Adesso a fine marzo dovrebbero essere erogati gli stipendi di febbraio così da azzerare completamente il ritardo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi non pagati, Asp risponde a Solaris: "Il ritardo è stato azzerato"

ParmaToday è in caricamento