Stipendi non pagati, Asp risponde a Solaris: "Il ritardo è stato azzerato"

Il presidente Giancarlo Cattani rassicura i dipendenti della cooperativa che aveva denunciato ritardi nelle retribuzioni. "I pagamenti avvengono ogni 30 giorni. Pagato il mese di gennaio. Situazione normalizzata"

Avevano denunciato “gravi ritardi nei pagamenti dello stipendio” ed ecco che magicamente i pagamenti sono arrivati. I dipendenti della cooperativa Solaris, che la scorsa settimana avevano lanciato l’allarme sulle retribuzioni della busta paga, adesso possono stare tranquilli. Parola di Giancarlo Cattani, presidente di Asp Ad Personam: “L’azienda eroga regolarmente gli stipendi al personale. Forse c’è stato un ritardo di un mese ma la situazione è stata normalizzata”. 

I dipendenti della cooperativa Solaris, attivi come infermieri e fisioterapisti per conto di Asp, avevano chiesto di vigilare sul rispetto dei contratti in quanto "infermieri e fisioterapisti pur in questa difficile situazione hanno continuato a garantire le loro prestazioni ben consci di svolgere un importante servizio pubblico a favore di persone anziane, ma nessuno può pensare che a loro carico siano solo i doveri ma non i diritti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vere e proprie grane che però non preoccupano i vertici di Asp: “I pagamenti avvengono sempre ogni 30 giorni cioè alla fine del mese successivo. Al momento so che è stato pagato il mese di gennaio quindi da questo punto di vista ci siamo allineati. Adesso a fine marzo dovrebbero essere erogati gli stipendi di febbraio così da azzerare completamente il ritardo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento