I parmensi ancora in prima linea a favore del giardino riabilitativo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Sabato 9 febbraio prima iniziativa di Io amo la solidarietà, per contribuire insieme al grande progetto dell'Azienda ospedaliero - universitaria di Parma.

Non si ferma la gara di solidarietà a favore del Giardino Riabilitativo. I lavori sono iniziati, ma le risorsenecessarie per il suo completamento sono tante e serve l'impegno di tutta la comunità. D'altronde, si tratta di un'opera straordinaria, la prima del genere in Italia.

Destinatari sono i pazienti dell'Unità operativa di Medicina riabilitativa dell'ospedale Maggiore che potranno usufruire di un luogo appositamente attrezzato dove recuperare abilità, ma anche imparare a confrontarsi con gli ostacoli della vita reale, a superare le barriere architettoniche e integrarsi nel vivere sociale.

Il Giardino Riabilitativo è unico, proprio per questo: perché qui le barriere, gli ostacoli non vengono rimossi, anzi, vengono introdotti affinché i pazienti - con un'ampia gamma di patologie, dalle cerebrolesioni e neurolesioni vascolari o traumatiche alle lesioni ortopediche - possano acquisire la capacità di superarli. E questo, non solo a livello motorio, ma anche cognitivo e psicologico. Obiettivo è l'autonomia, nel muoversi, nel lavorare, nell'affrontare la vita, nel rapportarsi con gli altri.

Lo scorso anno, grazie alla lotteria Barriere Superabili - promossa da Alice Onlus, in collaborazione con il Centro Commerciale Eurosia, e patrocinata dalla Provincia di Parma e dall'Azienda Ospedaliero Universitario di Parma - e grazie alla solidarietà dei parmensi, sono stati raccolti oltre 32.414 € euro, fondamentali per avviare i lavori.

Per dare continuità ai risultati importanti ottenuti nel 2012 viene promosso Io amo la solidarietà, per puntare i riflettori nuovamente sul progetto del Giardino Riabilitativo e rinnovare l'impegno di tutta la comunità nel raggiungimento di questo obiettivo.

A crederci sono in tanti: in prima linea l'Azienda Asl di Parma e l'U.O. di Medicina Riabilitativa, poi le istituzioni, a partire dall'Assessore allo Sport della Provincia di Parma Walter Antonini,sempre personalmente presente agli eventi organizzati e anche i soggetti imprenditoriali più avveduti come il centro commerciale EUROSIA di Parma. E naturalmente i volontari di Alice Onlus che - coordinati dal dott. Claudio Tonelli - che tornano al Centro Commerciale Eurosia, con la soddisfazione di poter ancora fare qualcosa di concreto per un'opera importantissima per la città.

All'interno di Eurosia durante i sabati o le domeniche di febbraio/marzo Alice Onlus propone eventi di diversa tipologia: vendita di prodotti solidali, spettacoli, iniziative sportive, giochi, per raccogliere fondi che andranno interamente devoluti all'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Parma, per portare avanti le opere del Giardino Riabilitativo.

Si parte SABATO 9 FEBBRAIO, al Centro Eurosia, dove i volontari di Alice Onlus metteranno tutto il loro entusiasmo nella consegna di mega lecca lecca a piccoli e grandi, in cambio di un'offerta.

E l'iniziativa non poteva con collegarsi con il Carnevale, ecologico però.

Si chiama A Carnevale l'ambiente vale e prevede laboratori didattici sabato 9 e martedì 12 Febbraio.

I bambini possono realizzare maschere personalizzate utilizzando bottoni, stoffe, vecchi abiti, tutto ciò che può servire per creare un originale costume, risparmiando e imparando al tempo stesso l'importanza del riuso e del riciclo.

Torna su
ParmaToday è in caricamento