Solomon: "Le ho uccise perchè erano possedute dal diavolo"

La confessione shock del 21enne davanti alla Pm Paola Dal Monte e al Capo della Mobile Romano: "Ora stanno meglio, le ho liberate"

"Le ho uccise perchè erano possedute dal diavolo". Solomon Nyantakyi, il 21enne ghanese in carcere per il duplice omicidio della madre Patience e della sorella Magdalene, avvenuto all'interno dell'appartamento al civico 21 di via San Leonardo, ha finalmente parlato. Davanti alla Pm Paola Dal Monte e al Capo della Mobile Cosimo Romano il giovane, interrogato per ore in una stanza della Procura di Parma, dove è arrivato direttamente dal carcere di via Burla, ha fatto una confessione shock: "Le ho liberate, ora stanno meglio". E' la prima volta che Solomon, dove aver ammesso le sue responsabilità per il duplice omicidio parla delle motivazioni che lo hanno spinto a farlo: mancava infatti un movente poichè la storia del litigio non reggeva. La violenza e l'accanimento di Solomom sui cadaveri di madre e sorellina non era spiegabili fino ad oggi. Ora la parola passa ai medici che dovranno effettuare una perizia psichiatrica per stabilire se, al momento dell'omicidio, fosse o no capace di intendere. Uno scenario sconvolgente ed inaspettato. Gli psichiatri dovranno valutare, dopo i colloqui con l'autore del duplice omicidio, se era consapevole di quello che stava per fare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

  • Coronavirus: in arrivo una nuova certificazione

Torna su
ParmaToday è in caricamento