Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

"Sono stato vittima di una truffa online" ma non è vero: 30enne denunciato per simulazione di reato

Il giovane sosteneva di aver ricevuto una mail e di essere stato contattato da un call center: i militari hanno verificato e scoperto che era tutto inventato

Ha inventato, di sana pianta, una truffa online che in realtà non è mai stata messa in atto. Un 30enne, residente nella Bassa parmigiana, è stato denunciato per simulazione di reato. Il giovane, qualche settimana fa, si è rivolto ai carabinieri di Busseto per denunciare la presunta truffa. 

Nel corso della redazione del verbale il giovane ha fornito molti dettagli, specificando di essere stato tratto in inganno da una email pervenuta a firma della Società Poste italiane, indirizzo “poste.info”, che lo invitava a seguire determinati link e compilare dei moduli on-line per il potenziamento, senza oneri, del suo conto corrente postale.  Dopo aver eseguito l’intera procedura, sarebbe stato anche contattato da un call center al fine di fornire ulteriori dettagli utili al completamento della pratica. Il giorno successivo si sarebbe accorto di un ammanco di circa mille euro dal conto corrente. 

I carabinieri hanno iniziato le indagini, per risalire ai responsabili della truffa, e per verificare la veridicità di quanto denunciato, come da prassi. Il 30enne ha detto di aver cancellato l'email e, a quel punto, i militari hanno approfondito e, incrociando i dati ottenuti dall’analisi dei movimenti bancari, delle ricariche “postepay” e delle telefonate, hanno verificato che la truffa non era mai avvenuta. Il 30enne è stato denunciato per aver denunciato una truffa in realtà mai avvenuta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono stato vittima di una truffa online" ma non è vero: 30enne denunciato per simulazione di reato

ParmaToday è in caricamento