Soragna, 42enne aggredisce vigilessa. Ferito da un colpo. "Paese sotto shock"

S.R è stato dimesso dall'ospedale. Ieri è stato ferito alla spalla dal colpo partito dalla pistola di una vigilessa, che era stata presa a pugni in facci e minacciata con un coltello. Lo sconcerto del sindaco

Il supermercato Conad La Soranea di Soragna

AGGIORNAMENTI. È stato dimesso dall'ospedale S.R., 42 anni, l'uomo di origini siciliane che ieri pomeriggio é stato ferito ad una spalla da un colpo di pistola partito, pare accidentalmente, dall'arma di ordinanza di una vigilessa a Soragna, paese della Bassa parmense. Il ferimento, sulla cui dinamica indagano i carabinieri di Fidenza, é avvenuto al termine di una violenta colluttazione tra il ferito e l'agente. Secondo quanto appreso, il siciliano avrebbe malmenato alcune persone che si trovavano nel bar accanto al supermercato Conad in via Largo Aviatori d'Italia. L'uomo, stando a testimoni, era fuori di sé, non si sa se a causa di alcol o droghe. Dopo aver portato lo scompiglio nel locale pubblico e nel piazzale antistante, in preda a quello che è sembrato essere un raptus è corso a casa propria a prendere un coltello. Armato, si è ripresentato davanti al supermercato dove, nel frattempo, era accorsa la vigilessa a bordo dell'auto di servizio. Vedendo il veicolo della municipale, il siciliano è tornato in direzione di casa propria servendosi della sua auto.

L'agente della municipale lo ha seguito fino a raggiungerlo sotto l'abitazione. Qui l'uomo avrebbe minacciato il pubblico ufficiale che, impaurito, avrebbe estratto la pistola e messo il colpo in canna. In seguito l'uomo sarebbe riuscito a colpire la vigilessa con alcuni pugni al volto, causandole la rottura del setto nasale. In via di accertamento, in particolare, la dinamica del ferimento dell'aggressore. Secondo una tesi non confermata ufficialmente, la vigilessa avrebbe percosso con il calcio della pistola l'uomo causando l'esplosione accidentale del colpo. ''Soragna, un paese solitamente molto tranquillo, è sotto choc - ha spiegato il sindaco Salvatore Iaconi Farina - Il ferito si era segnalato in passato per alcuni atteggiamenti non proprio educati, ma non aveva mai creato problemi. Mi dispiace molto anche per l'agente coinvolto in questa vicenda''.

E' stato ferito ad una spalla l'uomo colpito da un proiettile partito dalla pistola di un agente della municipale di Soragna nel corso di un'operazione di fermo molto concitata e violenta. Il ferimento, che non desta alcuna preoccupazione nei sanitari che hanno soccorso l'uomo, è avvenuto alle 19.15 circa nel piazzale del Conad del paese della Bassa. Inizialmente il ferito stava litigando con una persona che si é dileguata all'arrivo sul posto di due agenti della municipale (un uomo e una donna).

I vigili sono stati chiamati da alcuni passanti che hanno visto due uomini impegnati in una scazzottata. Nel tentativo di bloccare uno dei due litiganti, stando ad una ricostruzione ancora al vaglio degli inquirenti, il vigile ha estratto l'arma d'ordinanza e ha cercato di colpire lo scalmanato con il calcio della pistola. Il gesto scomposto e la reazione dell'uomo avrebbero causato l'esplosione accidentale del colpo e il successivo ferimento. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Fidenza.

Un uomo è stato ferito da un colpo d'arma da fuoco sparato questo pomeriggio in un supermercato di Soragna. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il proiettile sarebbe stato sparato, forse a causa della tensione dovuta al degenerare di una lite, da un agente della polizia municipale del paese della Bassa parmense accorso sul posto dopo che un uomo ha dato in escandescenze nell'esercizio pubblico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'arrivo del vigile, un agente donna, l'uomo fuori di sé, anziché calmarsi, ha chiesto ad un amico di dargli man forte. Sembra che sia a questo punto che il colpo di pistola è artito. L'ipotesi degli inquirenti (sul posto i carabinieri di Fidenza) è che la vigilessa abbia estratto l'arma per proteggersi da un'aggressione in atto. L'indagine non è comunque giunta ancora a conclusioni. Il ferito, stando a quanto appreso, non versa in condizioni preoccupanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento