Sospeso l'Istituto di Parma che controlla la filiera dei Prosciutti Dop

Accredia ha sospeso l'Igp per altri tre mesi, dopo la sospensione per sei mesi nel 2018 per lo scandalo Prosciuttopoli

L’Istituto Parma qualità (Ipq) che ha sede a Langhirano e si occupa del controllo dei disciplinari del Prosciutto Crudo di Parma è stato sospeso per tre mesi da Accredia. L'Istituto Parma Qualità, già sospeso nel 2018 per sei mesi per lo scandalo Prosciuttopoli, con l'accusa di non aver controllato la diffusione di quasi un milione di falsi Prosciutti crudi di Parma, è di nuovo sotto i riflettori. L'istituto si occupa di rilasciare le certificazoni Dop al Prosciutto di Parma, la prosciutto di Modena, al culatello di Zibello e ai salami di Varzi. Non sono state rese note le motivazioni della nuova sospensione: è possibile che la decisione dI Accredia sia legata ancora allo scandalo Prosciuttopoli. L’Istituto Parma qualità è composto da Consorzio del Prosciutto di Parma, Associazione industriali delle carni – ASS.I.CA e Unione nazionale tra associazioni produttori suini – U.N.A.PRO.S.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento