Sovescio, pomeriggio all'ex scuola di Marore. Mostra sul recupero degli spazi

L'ex scuola elementare, chiusa nel 1993 dove insegnò anche la madre di Guareschi, è stata venduta a due società private nel 2008. Oggi una giornata con pic nic per mostrare il recupero degli spazi

Domenica 5 maggio lo spazio Popolare Sovescio si apre alla città e al quartiere. Una domenica pomeriggio, con tanto di pic nic e mostra fotografica, per rendere visibili gli spazi recuperati all'interno dello stabile abbandonato occupato il 25 aprile 2013. La mostra è composta dalle immagini dello stabile in stato di degrado al momento dell'ingresso del gruppo di giovani.

"Nella mattinata del 25 Aprile -si legge in una nota- è stata occupata la scuola Solari di Marore, stabile che giace nel degrado più assoluto da quasi venti anni. L’edificio ha una lunga storia: costruito nel 1920, ha ospitato per oltre 60 anni una scuola elementare (nella quale ha insegnato e alloggiato tra gli altri la madre di Giovannino Guareschi, con figlio al seguito); nel 1993 è stata chiusa a causa della mancanza di alunni, e da quel momento fino ad ora è rimasta in uno stato di completo abbandono e incuria. All’”insaputa” della cittadinanza e persino degli attuali inquilini del Palazzo Comunale l’edificio è stato svenduto all’asta nel 2008 per una cifra irrisoria ( 200.000 € circa) a due società private immobiliari: la RR. Termoidraulica e la G.m. Proget".

"Oggi, a causa dei vincoli imposti dai beni culturali che non permettono la completa demolizione dello stabile, gli speculatori privati preferiscono lasciarlo a marcire nel degrado aspettando che crolli (magari fra altri venti o trent’anni) piuttosto che ristrutturarlo per trasformarlo in qualcosa di utile per la città. Alla luce del triste futuro a cui questo spazio è destinato, riteniamo perciò che la sua riappropriazione sia un’azione più che legittima. A chi ci accusa di illegalità rispondiamo: è forse giusto lasciare a marcire per anni luoghi come questo per arricchire pochi speculatori, quando a Parma scarseggiano luoghi di aggregazione, soprattutto per i giovani? Abbiamo gia visto come la nostra città sia stata riempita di cemento, favorendo in questo modo le solite imprese edili. Noi rispondiamo con progetti per i cittadini: orti sociali, palestra popolare, galleria d’arte e promozione di eventi culturali, recupero delle aree verdi, e qualsiasi altra idea seria venga proposta strada facendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo una settimana di intensi lavori mirati alla messa in sicurezza degli interni e al recupero del cortile, durante la abbiamo ricevuto la solidarietà di molti abitanti del quartiere per avere finalmente trasformato una discarica a cielo aperto in un luogo di aggregazione intendiamo aprire le porte dello spazio Sovescio alla cittadinanza, cosìcchè sia possibile per tutti constatare con i propri occhi il recupero di questo luogo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento