menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marore, dopo lo sgombero del Sovescio l'ex scuola è già in balìa del degrado

Il 19 giugno è stato eseguito il provvedimento per lo sgombero dell'ex scuola elementare di Marore occupata il 25 aprile. A poco più di un mese l'area è irriconoscibile: macerie in cortile e tetto sfondato

L'ex scuola elementare di Marore è tornata ad essere un luogo di degrado. Dopo il provvedimento, eseguito nella mattinata del 19 giugno, che ha decretato l'uscita del gruppo di giovani che l'aveva occupata per creare lo Spazio Popolare Autogestito Sovescio a poco più di un mese dallo sgombero l'area di fronte all'edificio è tornata alle condizioni iniziali. Erbacce in cortile al posto delle piante che erano state piantate dagli occupanti, porte e finestre murate, il tetto ormai distrutto. Il 19 giugno la Procura di Parma ha posto i sigilli. 
 



La vecchia scuola elementare di Marore, a due passi dalla tangenziale Sud, in un'area periferica ma vicinissima alla città di Parma rimarrà lì, in attesa che imploda su sè stessa. Solo così infatti si potranno realizzare nuovi edifici: un vincolo infatti impone ai proprietari di non modificare l'attuale struttura. L'ex scuola elementare di Marore era stata occupata il 25 aprile 2013, nel giorno in cui la città stava festeggiando la Liberazione. Il gruppo di giovani che ha trascorso quì circa 2 mesi in un presidio in piazza Garibaldi ha esposto una mostra fotografica sul recupero degli spazi interni, abbandonati da anni prima dell'ingresso. 

L'EX SCUOLA IL GIORNO DELLO SGOMBERO: LE IMMAGINI 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento