menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viabilità, il Comune riapre anche il sottopasso Paradigna

Si aggiunge agli altri due sovrappassi autostradali di Moletolo ed Ugozzolo che sono stati riaperti una decina di giorni fa, dopo che erano stati chiusi l'estate scorsa in quanto le barriere protettive non erano più a norma

E’ l’ultimo, in ordine di tempo, ad essere riaperto il sovrappasso sull’autostrada del Sole in località Paradigna, quello situato tra lo stabilimento della Chiesi Farmaceutici e il Paip. Si aggiunge agli altri due sovrappassi autostradali di Moletolo ed Ugozzolo che sono stati riaperti una decina di giorni fa, dopo che erano stati chiusi l’estate scorsa in quanto le barriere protettive non erano più a norma. I veicoli di qualsiasi tipo possono percorrere i tre viadotti soltanto a senso unico alternato, regolato dall’impianto semaforico. Il Comune, una volta ottenuta l’autorizzazione della società Autostrade, ha provveduto a mettere in sicurezza i viadotti dove sono state collocate le nuove barriere in new jersey, per  restringere la carreggiata, lasciando un adeguato spazio tale da evitare il rischio che i veicoli possano precipitare sull’autostrada in caso di sinistro. 

Inoltre  è stato posato il nuovo guard-rail sulle rampe di accesso, sono stati collocati i semafori alle due estremità dei viadotti ed è stata adeguata la segnaletica orizzontale e verticale per limitare la velocità ai 30 chilometri orari e delimitare la carreggiata..  “L’apertura dei tre viadotti pone fine ai disagi degli usuali fruitori – ha precisato l’assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi –. Si tratta di un intervento necessario per adeguarli alle norme di legge e soprattutto per garantire la sicurezza nel transito dei veicoli”. L’intervento per i tre viadotti ha comportato una spesa  di circa 200.000 euro a carico del Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento