Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Spaccia cocaina con l'App cifrata: arrestato 35enne nigeriano 

Il pusher raccomandava ai consumatori di utilizzare un programma di messaggistica crittografata per eludere i controlli

Raccomandava ai suoi numerosi clienti di utilizzare un'applicazione di messaggistica instantanea crittografata per scambiarsi messaggi relativi all'acquisto di sostanze stupefacenti con l'obiettivo di sfuggire ai controlli delle forze dell'ordine. Un pusher 35enne nigeriano le cui iniziali sono O.C. però, è finito ugualmente in arresto con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti: secondo la ricostruzione dei carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Parma - che hanno condotto le indagini con il coordinamento della Procura della Repubblica di Parma - infatti il pusher aveva sviluppato una rete di acquirenti fedeli, consumatori abituali di cocaina, tra il 2017 ed il 2021.

Lo scorso 2 aprile il 35enne era stato fermato all'interno della sua auto: l'uomo aveva due cellulari. I militari, dopo averli analizzati, hanno capito che i telefoni servivano per contattare i clienti. Con l'analisi dei tabulati telefonici gli inquirenti sono riusciti ad individuare una fitta rete di consumatori. Nonostante il pusher chiedesse ai clienti di usare un'applicazione crittografata per inviare i messaggi l'uomo è stato arrestato: molti consumatori infatti lo hanno riconosciuto ed hanno parlato con i carabinieri, confermando che si rifornivano da lui per l'acquisto di cocaina. In quattro anni - dal 2017 al 2021 - il pusher ha venduto decine e decine di dosi di cocaina: solo nell'ultimo anno il guadagno illecito è stato di circa 30 mila euro. Il 10 aprile il 35enne era stato arrestato per spaccio dai carabinieri in flagranza di reato e messo agli arresti domiciliari. 

Il Gip ha successivamente ritenuto l’inidoneità della sola misura degli arresti domiciliari, poiché’ non in grado di impedire all’indagato di avvalersi di corrieri per consegnare la cocaina o di ricevere i suoi clienti per la fornitura di detta sostanza stupefacente presso il proprio domicilio e ne ha disposto la custodia cautelare in carcere. Al termine delle formalità di rito è stato associato al carcere di Parma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccia cocaina con l'App cifrata: arrestato 35enne nigeriano 

ParmaToday è in caricamento