Operazione El Hamri: in manette 15 pusher magrebini

Ieri l'epilogo di un'operazione che ha scoperchiato un traffico di stupefacenti, soprattutto hashish, gestito da magrebini e che viveva anche grazie a figure operanti tra Reggio, Brescia, Mantova e Milano

Una vera e propria rete capillare di spaccio di sostanze stupefacenti quella scoperchiata dalla Sezione Antirapine della Mobile di Parma. Un meccanismo che si teneva in vita anche grazie all'approvvigionamento di stupefacenti da altre province, grazie all'aiuto di connazionali che frequentavano le piazze di spaccio di Reggio Emilia, Milano, Mantova e Brescia e procuravano la droga a pusher che poi la immettevano sul mercato parmigiano nei parchi cittadini. Con l'arresto ieri di 15 persone l'epilogo di un'indagine iniziata già nel 2011 a seguito della conclusione dell'operazione 'Corsaro', nella quale erano finite in manette 50 persone soprattutto di origine magrebina che spacciavano droga a Parma, tratte in arresto anche altre 50 persone in flagranza di reato e sequestrati 6 Kg di eroina, 40 Kg di hashish e 200 grammi di cocaina. Proprio per gli elementi emersi nel corso dell'indagine del 2011, era stata aperta una nuova indagine, dal nome che trae origine dal gruppo tribale El Hamri a cui appartengono la maggior parte dei soggetti arrestati. Già in manette nell'indagine 17 persone e il sequestro di 50 Kg di hashish e 200 gr di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GLI ARRESTATI - A seguito dell'emissione delle ordinanze di custodia cautelare per 15 persone, ieri ne sono finite in manette 13 perchè due persone di origine magrebina sono risultate irreperibili. Gli arresti sono stati effettuati anche grazie alla collaborazione delle questure di Reggio Emilia, Milano, Mantova e Brescia, anche in considerazione del fatto che alcuni degli spacciatori si erano spostati in altre città per proseguire con attività illecite. Sono stati arrestati Z.M., 37 anni, marocchino con regolare permesso di soggiorno, pregiudicato catturato a Parma, B.A., 40 anni, marocchino in regola con il permesso di soggiorno catturato a Parma; H.H., 29enne marocchino in regola, pregiudicato; B.H.A., 38 anni, pregiudicato marocchino in regola col permesso, catturato a Parma; K.A, 29 anni, marocchino, clandestino sul territorio nazionale e pregiudicato; E.H., 33 anni, marocchino in regola con il permesso, pregiudicato, catturato a Parma; B.A., 23 anni, marocchino, clandestino sul territorio nazionale e pregiudicato; E.H.L., 26enne marocchino pregiudicato e clandestino sul territorio nazionale.

S.A., 28 anni marocchino incensurato e in regola con il permesso di soggiorno; K.M., 43 anni, marocchino in regola con il permesso di soggiorno pregiudicato; M.J., 30enne marocchino pregiudicato e in regola con il permesso di soggiorno; E.K.M., 39 anni, marocchino, clandestino, pregiudicato e già detenuto. Nel corso dell'indagine erano finiti in manette altre 17 persone, si tratta di: D.L., calabrese di 30 anni, operaio abitante a Parma; M.M., 28enne tunisino clandestino e pregiudicato catturato a Parma; B.B.K., 28 anni, tunisino clandestino pregiudicato catturato a Parma; I.A., 44 anni, marocchino in regola con il permesso e pregiudicato; F.G., 62enne italiano operaio, incensurato; B.S., 44 anni, marocchino in regola e pregiudicato catturato a Parma; R.M. 36enne marocchina operaia incensurata catturata a Parma.

F.F., 60enne italiano operaio pregiudicato
catturato a Parma; B.S., 28 anni, marocchino, clandestino, pregiudicato; S.M., 33 anni marocchino in regola con il permesso e pregiudicato; H.M., 45 anni, marocchino in regola con il permesso di soggiorno, pregiudicato; H.M., 27enne marocchino pregiudicato in regola con il permesso; B.A., 35 anni marocchino in regola con il permesso di soggiorno, incensurato; C.L., italiano di 25 anni operaio incensurato catturato a Parma; E.C.A., 50enne marocchino pregiudicato in regola con il permesso catturato a Parma; G.I., 35enne marocchino pregiudicato in regola con il permesso di soggiorno catturato a Parma; E.K.M., 39 anni marocchino pregiudicato e clandestino sul territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento