'Grande Fiume' - Zibello, l'ex-sindaco Censi tra gli acquirenti della cocaina

L'ex-sindaco di Zibello, decaduto a gennaio per la fusione con il Comune di Polesine Parmense sarebbe stato uno dei 60 acquirenti della droga: gli scambi sarebbero avvenuti anche all'interno del Municipio

Andrea Censi

L'operazione 'Grande Fiume' portata avanti dai Carabinieri di Fidenza e conclusasi mercoledì 16 marzo con l'arresto di nove persone, tra cui due donne ai dimiciliari, ha permesso di smantellare una rete di spaccio che aveva come riferimento due 'piazze' di spaccio, Busseto e Polesine-Zibello. Nel corso delle indagini un ruolo importante è stato rivestito da una sessantina di clienti che hanno collaborato con le forze dell'ordine, dando informazioni utili per l'individuazione dei pusher.

In alcune tra le immagini realizzate dai Carabinieri si vedono i pusher spacciare nei pressi del Municipio del Comune di Zibello: nelle carte dell'inchiesta si legge che tra i 60 acquirenti infatti ci sarebbe anche il sindaco Andrea Censi, che sarebbe stato segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti ma non indagato poichè l'uso personale non è reato. Secondo le prime informazione l'ex sindaco - decaduto in seguito alla fusione tra i Comune di Zibello e quello di Polesine Parmense, avrebbe acquistato la droga in 25 occasioni. 

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate: costi e tempi per averne una nel proprio giardino

  • E' vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Formiche, i rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli

I più letti della settimana

  • Respiccio di Fornovo: 53enne muore mentre spegne un incendio

  • Ecco il nuovo Gruppo Parmense Pizzerie di Qualità

  • Roncole Verdi: motociclista 57enne cade sull'asfalto e muore

  • "Tornatevene in Africa! L'autista ha insultato quei due ragazzi solo perchè neri"

  • Aggredito e pestato a sangue dalla baby gang davanti al Battistero: 20enne in ospedale

  • Incendio nel bagno, 14enne ustionato alle gambe: gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento