menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pilotta, in manette tre spacciatori: sequestrati 165 grammi di coca e 430 di 'erba'

Nei giorni scorsi, gli uomini dell'Antidroga della Squadra Mobile hanno tratto in arresto tre persone per possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. La loro attività era concentrata in Piazzale della Pace. Uno di loro spacciava anche in quartiere Montanara

È stato un fine mese infuocato per la sezione antidroga della Squadra Mobile. Gli uomini di Borgo della Posta, infatti, aiutati dalle segnalazioni di diversi cittadini, hanno tratto in arresto tre persone per possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. I movimenti sospetti di S. D. N. un siracusano di 46 anni da tempo residente a Parma, sono stati notati sia in Piazzale della Pace, sia nel Quartiere Montanara, e monitorati dagli agenti. Presso la sua abitazione, ubicata al civico 13 di via Torrente Gotra, sono stati rinvenuti 40,7 grammi di cocaina, nascosti nel cassetto del comodino e nella cesta della biancheria. Così, nel pomeriggio del 26 settembre, è stato arrestato direttamente a casa propria, luogo in cui sconterà anche i domiciliari, essendo stato condannato per direttissima a tre anni e sette mesi di reclusione, oltre al pagamento di una multa di 14mila euro.

polizia-3

Nel pomeriggio del 30 settembre è scattato invece il blitz in Borgo Basini, 5, dove convivono il 27enne albanese A. S. e la 30enne ucraina L. P. Qui i poliziotti della Questura hanno trovato, oltre ad un bilancino di precisione, 125,7 grammi di coca e 431,4 grammi di marijuana di ottima qualità. Come nel caso del 46enne, la droga era stata nascosta nei cassetti della camera da letto e in bagno. Inoltre anche  i due erano soliti dedicarsi all'attività di spaccio in Pilotta. Immediatamente sono scattate le manette per entrambi.

L'uomo si trova ora nel carcere di via Burla, mentre la donna è reclusa nella casa circondariale femminile di Modena. Sia il 46enne siracusano che il 27enne albanese erano pregiudicati per reati in materia di stupefacenti; quest'ultimo in più era già noto alle forze dell'ordine anche per violazione alla legge sulle armi. Incensurata invece la donna ucraina. Fondamentale nel corso di queste due distinte, ma affini, operazioni di polizia, l'aiuto dei cittadini, come ha tenuto a sottolineare il dirigente della Squadra Mobile, Corrado Empoli: “Sono in città da poco tempo, ma ho già notato un forte senso civico nei cittadini”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento