menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccia eroina nell'area pedonale dell'Ospedale Maggiore: in manette 41enne tunisino

Il 41enne è stato bloccato con 51 grammi di eroina all'interno dell'area pedonale dell'Ospedale Maggiore: alla vista degli Agenti ha tentato la fuga ma è stato bloccato

Nel pomeriggio dell’11 febbraio, personale della sezione Antidroga della Squadra Mobile, nel corso di un servizio di osservazione disimpegnato all’interno dell’area pedonale di pertinenza del locale ospedale ”Maggiore”, ha tratto in arresto, nella flagranza del reato di cui all’art. 73 D.P.R. 9 ottobre 1990, n.309, il cittadino tunisino M.A, nato il 30.05.1974, in Italia senza fissa dimora, clandestino, censurato per violazione alla Legge sugli stupefacenti. Il predetto, all’atto del controllo, ha tentato la fuga in bicicletta ma, prontamente raggiunto e bloccato, è stato trovato in possesso di ventisei involucri in cellophane vulcanizzato, contenenti sostanza stupefacente del tipo eroina alla stato solido, del peso complessivo di grammi 51,3, nonché di una bilancia di precisione, occultati all’interno di una custodia per occhiali. Il servizio ha origine da diverse segnalazioni, raccolte da quest’Ufficio, inerenti la presenza di soggetti d’origine maghrebina dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti all’interno dell’area di pertinenza del locale ospedale “Maggiore, i quali traevano vantaggio dalla peculiarità della zona pedonale, soggetta a  minore controllo da parte delle Forze di Polizia.  M. A. è stato associato alla locale Casa Circondariale a disposizione della A.G.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento