menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio davanti alle scuole, si chiude il cerchio: arrestato il 25enne irreperibile 

Operazione Bassa Siberia, spaccio di cocaina, anfetamine, marjiuana, Mdma, ketamina, hashish agli studenti: rintracciata anche l'ultima persona colpita dall'ordinanza di custodia cautelare

Si chiude il cerchio dell'operazione denominata 'Bassa Siberia' che il 27 giugno portò all'arresto di  16 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Una rete di pusher smantellata grazie al lavoro degli inquirenti che si snodava tra Colorno, Parma e San Secondo. Tra le persone colpite dal provvedimento cautelare c'era anche un 25enne di origini lucchesi, che risultava irreperibile. Il giovane è stato arrestato dal Comando provinciale dei Carabinieri di Lucca e dalla Compagnia Carabinieri di Fidenza.  Secondo le indagini l'uomo spacciava sostanze stupefacente all'interno di un esercizio pubblico di Colorno all'interno del quale svolgeva un'attività lavorativa. 

BASSA SIBERIA - Un centinaio di Carabinieri impegnati per eseguire le 17 ordinanze di custodia cautelare, di cui 10 in carcere e 7 agli arresti domiciliari, 33 persone indagate complessivamente, chili di sostanze stupefacenti sequestrati, otto mesi di indagini. Sono questi alcuni dei numeri dell'operazione denominata 'Bassa Siberia'. Le sostanze stupefacenti che venivano spacciate erano di tutti i tipi: cocaina, anfetamine, marjiuana, Mdma, ketamina, hashish: le indagini hanno consentito il sequestro di 844 grammi di marjiuana, 59 grammi di Mdma, 35 grammi di hashish, 1.6 grammi di cocaina, 10.6 rammi di ketamina, 5.54 grammi di anfetamina, il tutto suddiviso in dosi, I pusher spacciavano principalmente nei pressi delle scuole superiori di Parma e provincia e vicino a importanti istituzioni scolastiche e formative, a Colorno, San Secondo e Parma“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento