Regolamento di conti a Salso, sparano al rivale: arrestati due 32enni albanesi

Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno portato all'identificazione dei presunti responsabili: una delle ipotesi è che la rissa sia scoppiata per un regolamento di conti per questioni di droga

Sparatoria a Salsomaggiore del 9 febbraio. Un gruppo di albanesi aveva dato vita ad una violentissima rissa, con tanto di bastoni, spranghe e cacciaviti, nei pressi di un bar, tra via Puccini e via Indipendenza: al termine qualcuno aveva esploso tre colpi d'arma da fuoco, per poi fuggire. Le indagini dei carabinieri di Salsomaggiore Terme, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno portato all'identificazione dei due presunti responsabili: si tratta di due albanesi 32enni, arrestati per tentato omicidio in concorso e porto illegale di arma da fuoco. Si tratta di M.H e M.R, entrambi di 32 anni. Il proprietario dell'auto che era stata raggiunta dai colpi di pistola ha rivelato ai carabinieri, dopo un'iniziale reticenza, di essere stato vittima del tentato omicidio. Da lì le indagini hanno portato all'identifiazione dei due giovani, che si sono consegnati ai militari. Secondo una delle ipotesi alla base della rissa ci sarebbe stato un regolamento di conti legato a questioni di droga. 

Rissa con sparatoria a Salsomaggiore

Pomeriggio di ordinaria follia a Salsomaggiore. Una violenta rissa accompagnata da spari ha coinvolto dei cittadini dell'est nei pressi della stazione ferroviaria. I carabinieri della stazione di Salsomaggiore stanno lavorando per risalire ai motivi che hanno scatenato la lite. Nei pressi del Bar Pam Pam, vicino al Parco Mazzini, un gruppo di albanesi (secondo le testimonianze dei cittadini che erano nelle vicinanze), ha dato via a una pesante lite che ha coinvolto qualcuno del gruppo. Il rumore sordo dei pungni è stato accompagnato con quello freddo di spari, partiti da una pistola di cui non c'è ancora traccia. I carabinieri hanno rinvenuto tracce ematiche nella zona che però non corrispondono a ferite di armi da sparo. Qualche testimone ha visto anche fuggire un'utilitaria grigia dopo l'accaduto. Molti si sono allontanati, altri si barricano dietro il silenzio di una vicenda tutta da chiarire sulla quale sono in corso le indagini dei carabinieri. 

Sparatoria a Salso: spunta la pista del regolamento di conti per lo spaccio

Ci sarebbe un regolamento di conti nell'ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti alla base della violentissima rissa, finita con l'esplosione di tre colpi si pistola, nella zona della stazione di Salsomaggiore, in pieno pomeriggio. E' questa una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti, che stanno indagando nel sottobosco della criminalità salsese. Una vicenda che ha sconvolto i residenti e le persone che si trovavano in strada in quel momento.

Una scena da far west che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia. All'incrocio tra via Indipendenza e via Puccini, vicino al bar Mazzini, è scattato il violento confronto: spranghe, cacciaviti e poi la pistola. Tre colpi in strada, in pieno pomeriggio. Una manciata di minuti di  terrore, che sembravano interminabili. Poi il sangue a terra e i bossoli. I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Salsomaggiore stanno cercando di capire se la persona rimasta ferita sia stata colpita da un colpo di pistola o da un altro strumento, per esempio una spranga.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

  • Morte del piccolo Aurelio: "Il quartiere è dilaniato dal dolore e si stringe intorno ai genitori"

Torna su
ParmaToday è in caricamento