menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spip, Bosi accusa Pagliari. E lui: 'Siamo al ridicolo, valuteremo la querela'

Bosi, prima su Facebook e poi in Consiglio comunale ha accusato il Pd di essere a favore del Piano urbanistico Spip 3 mostrando il verbale della seduta nella quale il provvedimento venne votato all'unanimità, anche dal senatore Pagliari e da Torreggiani...

Fallimento Spip e indagini. Botta e risposta tra il capogruppo M5s in Consiglio Comunale Marco Bosi e il senatore Pagliari sul caso Spip, con tanto di minacce di querele. Bosi, prima su Facebook e poi in Consiglio comunale ha accusato il Pd di essere a favore del Piano urbanistico Spip 3 mostrando il verbale della seduta nella quale il provvedimento venne votato all'unanimità, anche dal senatore Pagliari e da Torreggiani. 

BOSI: 'SMASCHERATO IL PD': "Smascherato il Pd! Siamo riusciti a dimostrare la corresponsabilità del PD nella malagestione targata centro-destra prima che gli scandali giudiziari travolgessero la Giunta Vignali. Il caso Spip, per cui si sono chiuse ieri le indagini, è ormai diventato l'emblema di un sistema politico che agiva solo nell'interesse di se stesso. Oggi siamo riusciti a recuperare il verbale della seduta nella quale si votò il piano urbanistico di spip 3, quella definita dall'ex amministratore "il bottino". Quel piano è stato approvato il 13 ottobre 2009 all'unanimità dei 35 presenti. Il verbale sancisce in modo inequivocabile come il Senatore Pagliari - che oggi prova a ricostruirsi una verginità - fosse a favore di quell'operazione, al pari dei colleghi Iotti (oggi in regione) e Torreggiani (subentrato allo stesso Iotti). Condividete, tutti devono sapere!

PAGLIARI: 'VALUTEREMO GLI ESTREMI PER LA DIFFAMAZIONE' - "In merito alle dichiarazioni del capogruppo M5S in Consiglio Comunale Marco Bosi il Senatore Giorgio Pagliari ha dichiarato: “Siamo al ridicolo e al patetico. Un capogruppo di maggioranza che non sa nemmeno cosa sia un Piano Urbanistico Attuativo, non sa neanche che l'approvazione di quello strumento doveva consentire l'assegnazione di nuovi lotti a imprese che volevano insediarsi. Evidentemente la ricerca del fango da buttare in faccia è così ossessiva da non conoscere limiti. D'altra parte ad ogni livello il Movimento Cinque Stelle non conosce altra tecnica e altra dimensione della politica. Quella che il gruppo Pd (Torregiani, Iotti e Pagliari compresi) ha fatto nella precedente legislatura contro il malaffare resta un monito insopportabile per questa amministrazione che nulla ha fatto per tutelare gli interessi del Comune contro quel sistema. Naturalmente sarà valutata l'esistenza degli estremi della diffamazione”. 

LA RISPOSTA DI BOSI - "Apprendo dagli organi di stampa che il Senatore Pagliari ha addirittura rivendicato l'approvazione di quel PUA che voleva cementificare la nostra città più di quanto non fosse già. Caro Senatore, forse dovrebbe avere l'umiltà di dire che quella visione urbanistica di espansione folle che noi abbiamo fermato, e che voi avete invece sostenuto, era un grosso, madornale, imperdonabile errore. Stia sereno, nessuno la sta accusando di reati. I suoi voti però le fanno gravare sulle spalle una responsabilità politica che nessun comunicato potrà toglierle. Spip ha creato una voragine di debiti e nessuno può togliermi dalla testa che se in tutte le delibere di quella società aveste puntato i piedi, fatto opposizione vera, difeso i parmigiani con tutte le vostre forze, forse quella dannata gestione Vignali sarebbe terminata prima e i cocci da raccogliere sarebbero stati meno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento