Spip fallita e abbandonata. "Pizzarotti ci faccia un salto"

"Montagne di rifiuti nei parcheggi, aree dimenticate, strade pronte per l'utilizzo ma chiuse da anni, pochi autobus e insicurezza. La zona industriale Spip di Parma è lasciata a se stessa dal Comune"

"Montagne di rifiuti nei parcheggi, aree dimenticate, strade pronte per l’utilizzo ma chiuse da anni, pochi autobus e insicurezza. La zona industriale Spip di Parma è lasciata a se stessa dal Comune. Fare per Fermare il Declino invita il sindaco Federico Pizzarotti, fra una trasferta a Roma e l’altra, a fare un salto in quest’area della città, dove ci sono duemila lavoratori e ci sono aziende che lavorano con l’estero, vendono all’estero e nel loro campo superano la concorrenza non solo italiana, ma tedesca e francese. 

"È questo il biglietto da visita che vogliamo dare alle realtà produttive che vengono a Parma, da tutta Europa, per collaborare con le nostre imprese?” chiede Gian Marco Ferri, coordinatore di Fare per Fermare il declino.  “Spip rappresenta quello scostamento che c’é fra la politica e l’industria. – dice Ferri - C’é una situazione vergognosa. Le aziende devono essere messe nelle condizioni di produrre bene e di poter lavorare con clienti italiani e stranieri”. La società comunale Spip è fallita, dopo aver attirato su di sè gli occhi della magistratura, per operazioni di compravendita dei terreni a prezzi gonfiati. Ma le strade, i marciapiedi, le aree verdi restano di competenza comunale, così come i servizi, completamente trascurati.

Ci sono discariche nei parcheggi, divani abbandonati con vista sulla Certosa di Paradigna. L’area che doveva diventare  il “polo della tecnologia” è completamente dimenticata: ospita la sede di un’azienda, la Si Grade, che è da sempre senza parcheggio, perché la strada realizzata per raggiungere l’ingresso principale dell’azienda non è mai stata aperta e così dipendenti e clienti entrano dal retro. In più, accanto, la piccola vasca che doveva servire come cassa di espansione è diventata un laghetto, con relativa fauna. Ci sono lampioni rotti a sassate, buche nelle strade, immondizia di ogni genere. Le corse degli autobus terminano alle 17, rendendo così, per molti dipendenti, impossibile spostarsi con i mezzi pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento