Cronaca

Spostamenti tra regioni: verso il decreto del 15 febbraio

Ecco tutte le scadenze del nuovo governo Draghi

Ci vuole un decreto legge per prorogare il divieto di spostamento tra regioni dopo il 15 febbraio mentre 17 tra regioni e province sono in zona gialla e il resto dell'Italia in zona arancione. Ma al momento c'è un problema: i tempi dell'insediamento del nuovo governo Draghi non sono stati ancora definiti e anche se il nuovo esecutivo avrebbe i pieni poteri per varare il provvedimento dopo il suo insediamento c'è l'ipotesi che a muoversi siano Giuseppe Conte e Roberto Speranza. 

Per decidere sulla scadenza del Dpcm, del decreto e sui territori in zona rossa, arancione e gialla il nuovo governo deve giurare entro giovedì. Venerdì 12 febbraio infatti è il giorno del nuovo report del ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità che in questi mesi è stato alla base delle ordinanze del ministro Speranza per portare le regioni in zona gialla, arancione e rossa. Venerdì scorso Speranza non ha varato nessuna ordinanza, lasciando così la Sardegna transitare da zona arancione a zona gialla semplicemente lasciando scadere il provvedimento di due settimane prima. Se il monitoraggio della situazione dell'emergenza coronavirus nei territori non porterà alla luce criticità, il nuovo ministro della Salute potrebbe semplicemente non fare nulla. Ma se invece ci saranno regioni che dovranno essere spostate di zona in base ai nuovi parametri, allora dovrà essere varata una nuova ordinanza. Il calendario delle decisioni da prendere da parte del governo Draghi prevede: 

  • il 12 febbraio l'arrivo del nuovo monitoraggio dell'Iss sui parametri che portano le regioni in zona gialla, arancione e rossa;
  • il 12 o il 13 febbraio l'ordinanza del (nuovo?) ministro della Salute; 
  • il 15 febbraio la riapertura degli impianti di sci (salvo nuova proroga del divieto);
  • il 15 febbraio la scadenza del divieto di spostamento tra regioni; 
  • tra il 22 e il 28 febbraio l'avvio del confronto con le regioni sul nuovo Dpcm;
  • il 5 marzo la scadenza del Dpcm  che dispone il coprifuoco dalle 22 alle 5, la chiusura serale di bar e ristoranti, palestre e piscine, cinema e teatro, che dovrà quindi essere rinnovato.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostamenti tra regioni: verso il decreto del 15 febbraio

ParmaToday è in caricamento