Spray al peperoncino durante il comizio di Salvini a Fidenza

Sarebbe stato spruzzato da alcuni ragazzini, non ancora identificati, in piazza della Repubblica

Salvini a Fidenza - foto Facebook

Spray al peperoncino in occasione del comizio del Ministro dell'Interno Matteo Salvini, in visita nella mattinata di oggi, venerdì 3 maggio, a Fidenza. Lo spray urticante, secondo le prime informazioni, sarebbe stato spruzzato da un gruppo di ragazzini, non ancora identificati, in piazza della Repubblica mentre era in corso l'intervento del Ministro che ha commentato: "A sinistra più cretini sono, più danni fanno. Qualcuno ha spruzzato qualcosa? Faccio il ministro dell’Interno e lo vado a prendere?" riferendosi ai fatti appena accaduti in piazza. Alcune persone avrebbero avvertito bruciore agli occhi ma nessuno ha avuto bisogno delle cure dei sanitari. 

"Conto di tornare a Fidenza tra un mesetto -ha esordito Salvini- a incontrare in Comune un sindaco 41enne con idee giovani e chiare.
Il sindaco si occupa di strade, scuole, sicurezza, giardinetti, telecamere. Un pò quello che sto facendo da Ministro dell'Interno". "C'è un microfono della Cgi" ha ironizzato il Ministro riferendosi ai problemi all'impianto audio, poi risolti. 

"Oggi giornata emiliana -ha proseguito il Ministro- le mie prossime tappe sono Reggio Emilia, Modena e Ferrara dove stanotte si sono scatenati i deficenti. Non hanno capito che più mi minacciano più mi danno voglia di lavorare. Che ci sia paura di esprimere un'idea in Emilia nel 2019 è fuori dal Mondo. Il prossimo obiettivo è un Governatore dell'Emilia-Romagna che faccia gli interessi degli emiliani. Al Ministero dell'Interno ho trovato delle forze dell'ordine incredibili, sui muri qualcuno ha scritto 'Sbirri assassini', invece io sono e sarò sempre con le forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo ridotto del 93% l'arrivo dei barconi: ci dicevano che non si poteva ma noi l'abbiamo fatto. Sono attaccato perchè abbiamo ricevuto da 35 euro a 25 euro i soldi per accogliere gli immigrati. Con i soldi risparmiati possiamo far lavorare nuovi 8 mila nuovi agenti delle forze dell'ordine. Meno clandestini, più Carabinieri. Secondo alcuni sindaci del Pd non c'è l'emergenza droga. Proporremo la galera obbligatoria per tutti gli spacciatori: mi sono rotto le palle che i pusher vengano arrestati alla sera e poi vengono liberati da qualche Giudice alla mattina. Se qualcuno si opporrà alla mia proposta vorrei far fare il test antidroga in Parlamento. Verrà anche approvata la legge per mettere le telecamere negli asili. Siamo a favore di tutte le nuove ferrovie, compresa la Tav. Sarà legge tra dieci giorni la legittima difesa per chi viene aggredito in casa sua. Sono stato a trovare  Angelo Peveri nel carcere di Piacenza, che ha reagito ai ladri". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Tragedia: 25enne muore in ospedale 18 mesi dopo l'incidente

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Coronavirus, a Parma otto nuovi casi: nessun decesso in tutta la regione

Torna su
ParmaToday è in caricamento