Cronaca

Stalking, 53enne ai domiciliari: perseguitava l'ex-moglie e picchiava il cognato

Atti persecutori contro l'ex-moglie dopo la fine del matrimonio, con ripetute richieste di denaro vantando un bene immobile non di sua proprietà. E' finito ai domiciliari un 53enne professionista che è arrivato anche a minacciare di lesioni il suo avvocato

La conferenza stampa della Squadra Mobile

Atti persecutori contro l'ex-moglie dopo la fine del matrimonio, con ripetute richieste di denaro vantando un bene immobile non di sua proprietà. E poi le aggressioni e le lesioni provocate al cognato. E' finito agli arresti domiciliari un 53enne professionista di Parma ma residente nella zona di Forlì-Cesena che, dopo la fine del suo matrimonio nella metà del 2012, ha iniziato ad avere atteggiamenti di persecuzione nei confronti della moglie, una donna di Parma di pochi anni più giovane di lui.

Prima le continue telefonate, poi le pressanti richieste di denaro per la vendita di un immobile che in realtà apparteneva alla famiglia dell'ex-moglie e di cui l'uomo pretendeva i proventi. F.G. si trova ora agli arresti domiciliari e a suo carico è stato emesso il divieto di ritorno nel Comune di Parma, misura adottata per tutelare la donna e la sua famiglia.

L'uomo in più occasioni si è recato presso l'ufficio di Parma dove lavora la donna insieme a suo fratello minacciando entrambi e chiedendo i soldi. In un episodio, per il quale è intervenuta una Volante, l'uomo ha scagliato un portaoggetti addosso al fratello dell'ex moglie. Da qui le denunce, a cui sono seguite le indagini e i provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria. Il 53enne in un'occasione è arrivato anche a minacciare di lesioni il suo avvocato difensore, nominato d'ufficio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking, 53enne ai domiciliari: perseguitava l'ex-moglie e picchiava il cognato

ParmaToday è in caricamento