Stazione, le statue che simboleggiano i fiumi Omo e Giuba tornano in stazione

Le due statue raffiguranti due indigeni africani che simboleggiano i fiumi Omo e Giuba sono giunte in piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Verranno ricollocate, al fianco di Bottego, nella giornata di venerdì 2 maggio

Le due statue raffiguranti due indigeni africani che simboleggiano i fiumi Omo e Giuba, nel complesso monumentale della fontana dedicata all’esploratore Vittorio Bottego, sono giunte in piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Verranno ricollocate, al fianco di Bottego, nella giornata di venerdì 2 maggio. Si completerà in questo modo l’assetto della fontana realizzata nel 1907 per ricordare l’esploratore parmigiano. Le statue sono opera dello scultore Ettore Ximenes e mancano dal piazzale della stazione dal 2010; sono state sottoposte ad un accurato restauro prima della loro ricollocazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

  • Lavoratori in nero, camerieri senza mascherina e scarsa igiene: pioggia di multe alla Fiera del Fungo di Borgotaro 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento