Stazione ecologica allo scambiatore sud: aprirà ai primi di luglio

Lo ha anticipato l’assessore all’Ambiente, Gabriele Folli che ha compiuto un sopralluogo per verificare la situazione accompagnato dal responsabile del servizio ambiente Alessandro Angella

L'assessore Folli alla stazione ecologica

 “A seguito di alcuni problemi di carattere procedurale – ha precisato l’assessore all'Ambiente, Gabriele Folli – si sono creati degli inghippi in merito ai tempi relativi all’accatastamento dell’area che, ad oggi, sembrano superabili in una quindicina di giorni. Per cui con il mese di luglio la Stazione Ecologica verrà aperta regolarmente al pubblico”.

Sono da escludere, pertanto, problemi di carattere strutturale della Stessa Stazione ecologica come paventato da qualcuno.

La stazione ecologica, fanno sapere dal Comune, e' stata regolarmente collaudata e dispone di tutte le certificazioni necessarie per essere aperta. La mancata apertura, come è emerso dalle indagini di carattere tecnico, è da collegarsi  al mancato accatastamento della stessa ed anche alla mancata sottoscrizione del contratto di gestione con Iren Emilia.

 In questi giorni gli uffici competenti daranno seguito agli indirizzi dell’assessore che ha richiesto una soluzione in tempi rapidi della situazione in modo che la Stazione Ecologica diventi operativa a breve. Al momento sono in corso le verifiche relative all’abbandono dei rifiuti per risalire ai responsabili e procedere, successivamente, alla rimozione.

Sul territorio del Comune di Parma esistono tre centri di raccolta rifiuti, ex Stazioni Ecologiche, al momento attivi: il Centro di Raccolta di Parma di via Barbacini – zona quartiere artigianale Moletolo - aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18; il Centro di Raccolta di Parma di via BonomiCrocetta aperto il mercoledì dalle 9 alle 12 e gli altri giorni domenica inclusa dalle  9 alle 12 e dalle 15 alle 19; oltre al Centro di Raccolta di Parma di via Toscana – via Lazio aperto dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19, sabato 9 – 12 e 16 -19 e domenica 9 – 12.

Nei centri raccolta si possono conferire molte tipologie di rifiuti fra cui armadi, frigoriferi ed elettrodomestici dismessi, oli usati, batterie, legname, computer e materiale informatico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’elenco di tutti i rifiuti sia ingombranti che non è disponibile sul sito www.iren-emlia.it . E’ anche attivo il servizio a domicilio di raccolta di rifiuti ingombranti per cui è sufficiente chiamare il numero verde 800212607 per prenotare il ritiro a domicilio dei materiali ingombranti. Nel giorno prestabilito, l’utente espone i rifiuti sul davanti alla propria abitazione, sul marciapiede, e gli operatori addetti alla raccolta si occuperanno del ritiro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento