Stazione, una pendolare: "Al binario 8 alcune persone dormono in banchina"

Lettera di una nostra lettricpendolare della linea Parma-Suzzara che sottolinea il fatto che al binario 8 della stazione di Parma dormono alcune persone senza casa

Lettera di una nostra lettricpendolare della linea Parma-Suzzara che sottolinea il fatto che al binario 8 della stazione di Parma dormono alcune persone senza casa: "Da mesi ormai è diventato il bivacco preferito di alcune persone che usano il binario 8 come vera e propria casa". 

LA LETTERA - "Buongiorno, sono pendolare della linea ferroviaria Parma-Suzzara che ha, nella maggior parte degli orari, arrivo e partenza dal binario 8 della Stazione Ferroviaria di Parma. Con la presente sono a segnalare il degrado continuo a cui è soggetto suddetto binario. Da mesi ormai è diventato il bivacco preferito di alcune persone che usano il binario 8 come vera e propria casa. Durante il periodo più freddo o di pioggie abbiamo contato fino a 15 persone dormire, alle 7:20 (orario dell'arrivo del primo treno, il 11161), sulla banchina del binario e ancora oggi almeno 2/3 persone soggiornano e dormono in banchina. Il fatto è che prima dormivano nella zona più arretrata, dove noi passeggeri non arriviamo, ma pian piano hanno iniziato ad occupare sempre più spazio e ad avanzare e adesso dormono non solo adiacenti alle scale e all'ascensore, ma sempre più vicini alla zona dove il treno arriva e dove noi pendolari scendiamo e saliamo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stamattina due persone dormivano praticamente all'altezza della discesa dalla prima carrozza del treno; qualche giorno fa una di queste persone, durante l'arrivo del treno, urinava tranqullamente come se si trovasse nel bagno della propria abitazione. Come se non bastasse il binario 8 è sempre pieno di rifiuti di qualsiasi genere, soprattutto alimentare. Qualche giorno fa una confezione di prosciutto cotto è rimasta per oltre 24 ore abbandonata in binario, lunedì scorso una bottiglia di birra rotta sporcava tutta la banchina causando anche problemi di sicurezza a noi passeggeri visto che d'estate si indossano scarpe leggere e sandali e quindi è ancor più facile tagliarsi con i vetri. Ancora stamattina c'era immondizia ovunque compreso davanti le scale per scendere al piano -1. Come se non bastasse in ogni pilone della banchina del binario 8 vengono, da queste persone, accantonati cartoni, lenzuola, coperte e abbigliamento di vario genere come se i piloni fossero i loro armadi personali. Questo degrado di certo non si trova ai binari 3 e 4 in cui arrivano i treni nazionali, ma si trova al binario 8 dove arrivano i pendolari della Parma-Suzzara e di Trenord. Il disagio per noi passeggeri di suddette linee ormai è diventato molto forte e nonostante varie segnalazioni fatte alle autorità (ultima una sengalazione verbale fatta a quattro poliziotti della polizia ferroviaria sabato mattina) la situazione non cambia e anzi peggiora.  Spero che questa mia segnalazione serva a migliorare le cose". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento