menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione, aperto il sottopasso: San Leonardo si avvicina al centro

Nel tunnel è previsto il passaggio di auto, bus, pedoni e ciclisti, mentre in corrispondenza dell’accesso alla nuova stazione, è prevista la zona di sosta degli autobus e dei taxi. Fine lavori: estate 2012

Con lo sfondamento del sottopasso prende forma il progetto di ricucitura della città fra centro e San Leonardo. Il sottopasso, una volta ultimato, sarà il collegamento tra piazzale Dalla Chiesa con il nuovo quartiere a nord della stazione ferroviaria. Nel sottopasso è previsto il passaggio di auto, bus, pedoni e ciclisti, mentre a fianco in corrispondenza dell’accesso alla nuova stazione, è prevista la zona di sosta degli autobus e dei taxi. Il completamento del sottopasso con la relativa viabilità è previsto nell’estate 2012.

Le caratteristiche tecniche del sottopasso:
lunghezza 80 metri, larghezza 60, altezza 6metri;
due carreggiate stradali e quattro corsie, due delle quali riservate ai bus, con larghezza di sette metri, oltre i marciapiedi;
spartitraffico centrale, avente larghezza di metri 20 che si svilupperà sino a tutto il sottopasso ferroviario e che ospiterà il monumento a Bottego e vasche d’acqua;
l’aspetto architettonico sarà a “gradoni” a scendere, dove nel primo, a quota piazza Dalla Chiesa, sarà appunto inserito il monumento a Bottego e vasche di acqua che formano delle cascatelle;
sotto la stazione ferroviaria e i binari, nello spazio dello spartitraffico, sarà realizzata la futura stazione (palazzina viaggiatori) su due piani, uno a piano strada con funzioni di hall, mentre l’interrato servirà per biglietteria e sala d’aspetto.

Lo scavo del sottopasso potrà essere completo entro l’estate 2011, compatibilmente con gli imprevisti archeologici, mentre il completamento dell’impalcato ferroviario e dei marciapiedi avverrà entro la fine del 2011.
La riqualificazione - Le aree della città poste a nord rispetto della stazione versavano in una situazione di notevole degrado e fatiscenza, erano difficilmente collegate al centro della città e avevano bisogno di una riconversione funzionale.
La previsione di riqualificazione del comparto con nuovi fabbricati polifunzionali a nord (residenze, uffici, negozi e hotel) viene accompagnata dalla previsione di realizzazione di un collegamento viario con il centro storico.

Nel frattempo la stazione ferroviaria diventa cerniera delle varie tipologie di trasporti (treno, bus extraurbano, bus urbano, taxi, cicli, pedoni) fra loro separati. Piazza Dalla Chiesa sarà pedonale salvo i due viali di attraversamento sud nord.
Il sindaco Pietro Vignali ha parlato di “punto di svolta di questo importante e complesso cantiere che, una volta terminato, cambierà il volto di una parte della città. Il collegamento tra San Leonardo e piazzale Dalla Chiesa è il fulcro del progetto Bohigas che ha inteso allargare il centro della città fino a quella che un tempo era la prima periferia”.

Il presidente di Stu Stazione Costantino Monteverdi ha invece ricordato come i lavori vadano avanti “secondo programma e che gli scavi del sottopasso finiranno entro l’estate mentre il primo stralcio dei lavori della stazione, con soprattutto l’apertura al traffico e la costruzione della piazza nord, si concludono nell’estate dell’anno prossimo”.
L’assessore alla Viabilità Davide Mora ha anticipato i lavori che partiranno già dalla prossima settimana “della rotatoria in piazzale Dalla Chiesa che di fatto spegnerà i semafori negli incroci con viale Toschi e viale Bottego. Circa il futuro, invece, quando i lavori in stazione saranno finiti, andremo incontro ad una vera e propria rivoluzione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento