menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stige, Lega Nord: "Regione valuti se costituirsi parte civile come nel processo Aemilia"

Un'operazione che ha portato all'arresto d'imprenditori di diverse province. Il gruppo Lega Nord chiede di concretizzare le azioni per contrastare le infiltrazioni mafiose

Accelerare le azioni che mirano a combattere le infiltrazioni mafiose in Emilia-Romagna. A chiederlo, con un'interrogazione alla giunta, è il gruppo regionale della Lega Nord. Dopo il processo Aemilia, infatti, anche l'operazione Stige ha portato all'arresto di molte persone affiliate alla 'ndrangheta, coinvolgendo "imprenditori -sottolineano i consiglieri del Carroccio- almeno in un caso molto conosciuti a livello locale e comunque attivi sul territorio delle province di Parma, Modena e Bologna". La legge regionale dell'ottobre 2016, ricordano i leghisti, "prevede che la Regione Emilia-Romagna attui diverse azioni finalizzate a monitorare, prevenire e contrastare le infiltrazioni delle organizzazioni mafiose, anche cercando il coinvolgimento delle altre amministrazioni pubbliche, delle associazioni di categoria, dei sindacati e del volontariato". Azioni che secondo i consiglieri "non risultano ancora pienamente attuate" e "non sono ancora presenti sul territorio regionale adeguati anticorpi contro le infiltrazioni mafiose". In più: la Regione, ricorda la Lega, si è costituita parte civile "in un processo di associazione di stampo mafioso". Il processo Aemilia, appunto, che secondo il presidente della Regione provoca danni "non solo morali o di immagine, ma che incidono direttamente sull'economia". Esattamente come l'operazione Stige, secondo il gruppo Lega Nord. Per questo, i consiglieri interrogano la giunta per sapere "se, visto che continuano a emergere sempre nuove infiltrazioni mafiose sul territorio regionale, intenda accelerare la concretizzazione delle azioni previste dalla legge del 2016 e se e per quali motivi -aggiungono- ritenga o meno opportuna la costituzione parte civile della Regione Emilia-Romagna nel processo che seguirà l'operazione Stige"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: già vaccinati oltre 41mila cittadini

  • Incidenti stradali

    Ciclista investito da un'auto a Felino: grave al Maggiore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento