Usura, prestavano soldi con tassi fino al 120%: arrestati 9 'cravattari'

Nell'ambito dell'operazione "Barracuda", i carabinieri hanno sgominato un gruppo di strozzini parmigiani. Indiviiduate, per ora, 15 vittime tra commercianti e imprenditori. Sequestrati beni per 300mila euro

Arresto dei carabinieri

Dal 2005 la banda di strozzini dava soldi a commercianti e imprenditori con tassi che arrivavano fino al 120%. Dopo la denuncia di una delle vittime, ormai ridotto alla fame, i carabinieri hanno ricostruito la fitta rete messa in piedi dagli usurai e nell'ambito dell'operazione "Barracuda" hanno arrestato nove parmigiani. Di questi solo due sono agli arresti domiciliari. Quindici, per ora le vittime accertate, ma secondo gli inquirenti potrebbero essere molte di più. Il giro d'affari era milionario. Ieri sono stati sequestrati beni per 300mila euro, tra cui un appartamento e quattro auto. I carabinieri lanciano un appello a coloro che sono state vittime del gruppo di usurai a farsi aventi e denunciare.

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Le cause e i rimedi naturali per combattere la pancia gonfia

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

  • I 10 elementi che devono essere conservati fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • Schianto tra due mezzi pesanti in A1: muore un camionista

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

  • Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

  • Caso Pesci, i medici del Pronto Soccorso: "Legata, con una pallina in bocca e frustata"

Torna su
ParmaToday è in caricamento