menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentò di violentare una 19enne in via Imbriani: libico condannato a 4 anni

Il processo si è svolto secondo il rito abbreviato: il giudice ha stabilito la condanna per il 35enne W.L, l'uomo ritenuto colpevole del tentativo di violenza sessuale e riconosciuto dalla vittima

Il libico di 35 anni che il 21 gennaio del 2013 tentò di violentare una ragazza parmigiana di 19 anni in via Imbriani è stato condannato a 4 anni per violenza sessuale. Il processo si è svolto secondo il rito abbreviato: il giudice ha stabilito la condanna per W.L, l'uomo ritenuto colpevole del tentativo di violenza sessuale e riconosciuto dalla vittima. La ragazza era stata avvicinata dall'uomo che successivamente l'aveva bloccata contro il muro ed aveva cercato di spogliarla. La ragazza era riuscita ad avvisare il fidanzato con il cellulare ed aveva poi avuto il coraggio di raccontare tutto alle forze dell'ordine che avevano individuato e arrestato il 35enne. 

IL TENTATO STUPROLa ragazza stava rincasando in via Imbriani quando è stata avvicinata da un conoscente, un cittadino libico residente in OltretorrenteAl rifiuto della ragazza di accettare le avances, l'uomo l'ha afferrata con forza spingendola su una parete con la faccia al muro e ha cercato di violentarla. La ragazza nonostante il momento di difficoltà non si è persa d'animo e ha cercato di divincolarsi per estrarre il cellulare e chiamare il proprio ragazzo, nell'istante in cui l'aggressore ha allentato per un attimo la presa, la vittima è riuscita a fuggire e a rifugiarsi in un bar poco distante. L'aggressore era riuscito a fuggire, ma la donna, dopo aver allertato il ragazzo, ha deciso di chiamare la polizia e sporgere denuncia.

Trovata sotto shock dagli agenti, la donna è comunque riuscita a fornire una descrizione dettagliata dell'aggressore, in particolar modo fornendo particolari utili sul suo abbigliamento, come le scarpe da tennis argentate che indossava al momento dell'aggressione. Dopo poche ore, attorno alle 21, è stata individuata la sua abitazione, nel cuore dell'Oltretorrente, dove l'uomo è stato trovato a letto in pigiama. Dai controlli sono state immediatamente rinvenute le scarpe da tennis argentate riconosciute dalla vittima, l'uomo è stato fermato, identificato come responsabile dell'aggressione e arrestato per il crimine di violenza sessuale. L'uomo, disoccupato ma regolare sul territorio nazionale, ha alle spalle precedenti per detenzione di stupefacenti. Per la giovane, oltre allo shock per quanto accaduto, lesioni su viso, collo e gamba con una prognosi di 25 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento