Universitario con la 'passione' dello spaccio: in manette giovane pusher

Nella sua casa di via Cavallotti i Carabinieri hanno trovato anche una pianta di Peyote. Lo hanno sorpreso all'interno del Parco Ducale nascosto da una siepe: condannato a 8 mesi con pena sospesa

Gli oggetti all'interno della casa del giovane pusher

Era a Parma per studiare Economia e Commercio ma si ritagliava anche il tempo per lo spaccio. I Carabinieri della stazione Oltretorrente, insieme ai militari dell'Esercito hanno arrestato ieri sera un giovane spacciatore italiano. Il pusher, proveniente dalla Sicilia, era di fatto domiciliato a Parma ove è iscritto all’Università degli Studi. Ma tra un libro e l'altro non si faceva mancare il tempo per lo spaccio. 

Dopo aver acquisito informazioni i Carabinieri di via delle Fonderie hanno deciso di agire e sono riusciti ad identificare il giovane che nel tardo pomeriggio è stato intercettato all’interno del Parco Ducale, nascosto tra le siepi. Il ragazzo, alla vista dei militari, ha fatto cadere in terra due involucri plastici, contenenti circa 20 grammi di marjuana, ma non ha fatto in tempo a scappare in quanto, grazie anche alle unità dell’Esercito Italiano ed alla prontezza di riflessi del Carabiniere di Quartiere, è stato subito circondato ed immobilizzato. Con sé egli aveva anche 40 euro, frutto dell'attività di spaccio. Ma nella sua casa di via Cavallotti aveva anche anche 8 dosi di Mdm per un peso di 3 grammi, un flacone di metadone, una pianta allucinogena di Peyote, 4 grammi di hashish, 1 grammo di marjiuana, 10 grammi di sostanza bianca polverosa usata per tagliare la droga e 5 coltelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo studente è stato quindi trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma in attesa del rito per direttissima che si è svolto nella mattinata e che ha sancito la convalida del suo arresto e la condanna, con pena sospesa, ad 8 mesi di reclusione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento