menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesci dal carcere rigetta tutte le accuse: "Lei era consenziente"

Antonio Dimichele, uno dei due legali dell'imprenditore in carcere: "I 45 giorni sono esclusivamente per delle ecchimosi, dovute a giochi durante i quali la ragazza era totalmente consenziente"

E' finito da poco l'interrogatorio di garanzia di Federico Pesci all'interno del carcere di via Burla a Parma. Il noto imprenditore 46enne è finito in carcere con le pesanti accuse di violenza sessuale e di lesioni pluriaggravate nei confronti di una ragazza di 21 anni: quattro giorni fa sono scattati gli arresti di  Pesci e di Wilson Ndu Aniyem. L'imprenditore ha risposto alle domande del Giudice, rigettando tutte le accuse a suo carico e sostenendo che la ragazza sarebbe stata consenziente in tutte le fasi della nottata, fino alle 7 di mattina, quando è stato lo stesso Pesci a chiamare un taxi per riportarla a casa. Anche Wilson Ndu Aniyem, durante l'interrogatorio, ha rigettato tutte le accuse, confermando la versione di Pesci. 

Antonio Dimichele, uno dei due avvocati conferma che Pesci ha risposto alle domande, fornendo la sua ricostruzione dei fatti, "Da questa vicenda -ha dichiarato il legale- è scaturita un'attenzione mediatica eccessiva - per la notorietà del mio assistito. La ragazza ha ricevuto un pagamento per la sua prestazione sessuale prima di andare a casa sua: dagli atti traspare che le cose non so andate come sono state descritte dalla conferenza stampa della polizia. I 45 giorni di prognosi non sono dovuti al fatto che la ragazza è stata legata e seviziata per cinque ore. Non è così: non lo dico io come ipotesi difensiva ma lo dicono i referti medici che sono presenti negli atti: non ci sono segni di violenza sessuale nelle parti intime. I 45 giorni sono esclusivamente dovuti a delle ecchimosi, provocate da giochi durante i quali la ragazza era totalmente consenziente". 

"Adesso valuteremo -ha concluso l'avvocato- se chiedere l'istanza di scarcerazione, leggeremo gli atti e faremo le valutazioni del caso: anche perchè sono passati pochi giorni dall'esecuzione della custodia cautelare all'interrogatorio di garanzia, che si è svolto oggi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento