Cronaca

"Sua figlia è in fin di vita, servono soldi": truffa ai danni di una 91enne

Ecco cos'è successo

"Sua figlia è in fin di vita, servono soldi per un vaccino in Svizzera". Alcuni truffatori hanno tentato di sottrarre denaro e gioielli ad una donna parmigiana di 91 anni, residente in città. Il grave episodio, l'ennesimo tentativo di truffa ai danni di anziani e persone deboli, è andato in scena nella mattinata del 2 luglio in città. Prima la telefonata poi il complice pronto ad entrare in azione.

Questa volta però, grazie alla prontezza di spirito dell'anziana, la truffa non è andata a buon fine. L'episodio, segnalato ai carabinieri, si è svolto secondo una delle tante dinamiche messe in atto dai truffatori. Prima il contatto telefonico, poi l'arrivo, in pochi minuti, di un complice per ritirare denaro e gioielli preziosi. Quando la donna ha detto ai truffatori che avrebbe avvertito il figlio però i malviventi hanno chiuso la telefonata. Il complice questa volta non è arrivato e il piano dei truffatori è saltato.

Sono ormai quotidiani i tentativi di truffa, messi in atto soprattutto nei confronti degli anziani. Persone senza scrupoli fanno leva sui sentimenti delle persone e sulle loro paura, soprattutto se si parla dei figli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sua figlia è in fin di vita, servono soldi": truffa ai danni di una 91enne
ParmaToday è in caricamento