Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Cittadella / Viale Sette Fratelli Cervi

Tenta di uccidersi, esplosione in Cittadella: "Poteva essere una strage"

Momenti di terrore nel pomeriggio del 16 agosto: un 43enne si è dato fuoco in un appartamento per uccidersi ma le fiamme hanno messo a rischio altre persone. I residenti: "Pensavamo fosse una bomba. E' inconcepibile, ci siamo spaventati, la tragedia non c'è stata solo per caso"

Nel pomeriggio di ieri, martedì 16 agosto, un uomo straniero di 43 anni, che vive all'interno di un palazzo tra via Monte Penna e via Sette Fratelli Cervi, si è dato fuoco per tentare di uccidersi mentre era all'interno di un appartamento. Le fiamme hanno provocato un'esplosione che è stata avvertita da molti residenti al quartiere Cittadella. L'uomo è ricoverato in gravi condizioni all'Ospedale Maggiore di Parma. Una donna con bambino è stata soccorsa e messa in salvo. C'è stato il rischio concreto di una strage: abbiamo parlato con alcuni residenti. 

"Si, abbiamo sentito un boato -ci racconta una 29enne che vive nel quartiere Cittadella- pensavamo che fosse una bomba, ne eravamo convinti. Quindi siamo usciti di casa ed abbiamo subito chiamato la Polizia e i Carabinieri. Poi, nel pomeriggio, ci hanno spiegato quello che era successo. Guardi non commento perchè non vorrei passare per razzista, ma secondo lei cosa dobbiamo fare, mettere a rischio così altre persone? Mi fa arrabbiare".

"Eravamo sul balcone quando abbiamo sentito il boato" ci racconta una signora di 60 anni che vive nella via dell'esplosione, via Monte Penna. "Abbiamo chiamato i Vigili del Fuoco che sono arrivati poco dopo: non potevamo immaginare cosa fosse successo. Pensavamo ad un incendio sviluppatesi nell'appartamento ma non certo ad un tentativo di suicidio. Non si fa così: una donna con bambino piccolo è stata salvata dai soccorritori. Poteva essere un strage". 

"Mi chiedo come sia possibile: come può pensare una persona, che sia italiano o straniero non conta, di fare un gesto simile in un appartamento. Se voleva suicidarsi poteva farlo in un altro modo. Ora so che è grave in ospedale e mi dispiace ma ha davvero messo a rischio la vita di tante persone, dei vicini di casa e ha costretto i soccorritori a fare un lavoro immane". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di uccidersi, esplosione in Cittadella: "Poteva essere una strage"

ParmaToday è in caricamento