menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sul bus senza biglietto dà il nome della sorella per la multa: 26enne denunciato

Uno studente universitario è stato fermato sul bus in via d'Azeglio, ha fornito un'identità falsa e i controllori hanno chiamato i carabinieri

Ha preso l'autobus numero 3, è salito a bordo ed ha sperato di non incontrare i controllori nel tratto in cui ha usufruito del mezzo senza pagare il biglietto. Un giovane studente universitario però è incappato in uno dei controlli svolti dagli operatori della Tep a bordo delle vetture. Così, durante le procedure di controllo del titolo di viaggio, ha pensato bene prima di rifiutarsi di dare le proprie generalità ed il biglietto e poi di dare quelle della sorella, residente in Camerum e difficilmente individuabile per la multa. Quando i controllori si sono insospettiti per il nome hanno chiamato i carabinieri, che sono giunti sul posto ed hanno accompagnato il giovane in Caserma per la fotosegnalazione: lo studente ha ammesso di aver dato il nome della sorella ed è stato denunciato per false generalità a pubblico ufficiale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento