menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via d'Azeglio, parte la raccolta firme per dire No alla chiusura del supermercato

Si potrà firmare dalle 9 alle 13 in Municipio, dalle 11 alle 13 in via D’Azeglio e successivamente negli esercizi delle zone interessate che espongono l’apposito cartello

Prenderà il via domani 13 dicembre alle nove in Municipio la raccolta di firme perché il supermercato di via D’Azeglio non chiuda e al suo posto non nasca una sala giochi. Nello stesso momento inizierà la raccolta firme anche per via Trento, perché non apra una sala giochi dove, in passato si sono già registrati problemi di ordine pubblico. Si potrà firmare dalle 9 alle 13 in Municipio, dalle 11 alle 13 in via D’Azeglio e successivamente negli esercizi delle zone interessate che espongono l’apposito cartello.

"Come annunciato nei giorni scorsi -si legge in una nota del consigliere Giuseppe Pellacini- a partire da domani, martedì 13 dicembre 2016, prenderà il via la raccolta di firme perché non chiuda il supermercato di via D’Azeglio. Nello stesso momento inizierà anche la raccolta firme per via Trento, perché non torni ad aprire una sala giochi dove una, in precedenza, aveva creato problemi.  Si può firmare per entrambe le petizioni dalle 9 alle 13 in Municipio, ingresso Albo Pretorio a pian terreno, dalle 11 alle 13 si potrà firmare anche in via D’azeglio. Nei giorni seguenti si potrà firmare anche negli esercizi di via D’Azeglio e via Trento che esporranno il cartello per la raccolta firme. Fin da ora hanno dato disponibilità alla raccolta firme il bar Pachamama di via D’Azeglio e Germiniasi tessuti in borgo Marodolo che disporranno dei moduli già da domani.  Per partecipare alle petizioni, che verranno presentate al Prefetto, al Questore e al Sindaco, occorrerà un documento di identità. Per via D’Azeglio si chiede che venga fatto tutto possibile perché il supermercato non chiuda, perché circa venti famiglie non perdano il posto di lavoro e perché al suo posto non venga ad aprire una sala giochi, tutti eventi che porterebbero avere pesanti ricadute sociali.  Per via Trento si chiede invece che venga valutata con grande attenzione e, nel caso, non si arrivi ad aprire una sala giochi, nella stessa via, dove già ne esisteva una in precedenza i cui problemi sono stati riportati anche dai giornali.  Ogni modulo con le firme riporterà l’oggetto della raccolte firme e il responsabile del trattamento dei dati personali così che sia chiaro fin da subito che le firme verranno utilizzate solo ed esclusivamente per le petizioni a cui si aderisce. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti saranno pubblicati alla pagina facebook “Centristi per Parma”. Con la speranza che il supermercato di via D’Azeglio non chiuda invito tutti i cittadini a firmare e a partecipare, perché questa città non debba subire ulteriore degrado, in via D’Azeglio come in via Trento, nei due quartieri in difficoltà già da troppo tempo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento