Svaligiavano le auto al fiume: arrestati padre e figlio

Fermati e trovati in possesso di strumenti idonei allo scasso, torcia, guanti e una somma di denaro

Negli ultimi fine settimana, è capitato ad alcuni turisti in cerca di riparo dalla calura estiva, lungo le sponde del fiume Taro, nelle località di Ghiare, Valmozzola e Solignano, di fare i conti, al momento del rientro, con l’amara sorpresa di trovare la macchina danneggiata e svaligiata.

Domenica è  però  andata male a due presunti “topi d’auto”: i Carabinieri della Compagnia di Borgo Val di Taro hanno infatti denunciato padre e figlio, modenesi, fermati e trovati in possesso di strumenti idonei allo scasso, torcia, guanti e una somma di denaro corrispondente a quanto poco prima sottratto all’interno di un veicolo a Ghiare e restituita all’avente diritto.

La sollecita attivazione del 112 da parte della vittima ed il dispositivo di capillare controllo dell’area predisposto dai militari dell’Arma con l’impiego di quattro pattuglie ha determinato l’esito positivo della vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

  • Oggi la firma del Dpcm: Natale solo tra conviventi e coprifuoco alle 22

Torna su
ParmaToday è in caricamento