Tagli all'accoglienza: 21 euro a migrante ma Parma se ne frega e prepara mille posti

Mentre le altre province disertano le aste, la nostra città continua ad accogliere

Il ministero dell’Interno abbassa le quote erogate ogni giorno per migrante, passando da un massimo di 35 euro del vecchio bando agli attuali 21,35 euro. Questo però non ha cambiato il sistema di accoglienza che si è sviluppato e rafforzato negli anni a Parma e provincia, con le cooperative dedicate che continuano ad accogliere nonostante il taglio dei fondi. Faticano ma resistono perché la situazione non è ancora al collasso. Il taglio dei fondi ha portato a qualche frizione, ma a Parma, dove il bando che mette a disposizione mille posti per l’accoglienza dei richiedenti asilo per i prossimi due anni nelle unità abitative sparse in tutta la provincia non è andato deserto, a differenza di Reggio Emilia. Le cooperative sociali, come Svoltare, Biricc@, Betania hanno proposto di gestire 600 migranti. La tendenza rispetto agli ultimi anni è cambiata, ma non a Parma, dove si continua ad accogliere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Parma secondo comune più efficiente d'Italia, Pizzarotti: "Quel che abbiamo fatto qui si può fare anche in Italia"

  • Cronaca

    Blitz al parco Borsellino: marijuana e hashish nascosti tra i cespugli

  • Attualità

    Parma 'blindata': grande attesa per il Giro d'Italia

  • Cronaca

    Caso Pesci, il Gup: "Nessun consenso della ragazza al rapporto a tre"

I più letti della settimana

  • "Fidenza deve tornare ad essere sicura": ma il candidato di Fratelli d'Italia ha commesso 40 reati

  • Mille Miglia il 18 maggio: il percorso

  • "Venduta, stuprata nelle carceri libiche e costretta a prostituirmi a Parma"

  • Corse clandestine nel parcheggio del Panorama: fermati 40 giovani

  • Mille Miglia a Parma: le modifiche alla viabilità di sabato 18 maggio

  • Installa telecamere per controllare i dipendenti: i Nas denunciano un'estetista

Torna su
ParmaToday è in caricamento