menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli al sociale, ecco gli indignados contro la Giunta Pizzarotti: 'Vergogna, dimettetevi'

Piazza Garibaldi ancora protagonista delle manifestazioni della realtà educativa che oggi è scesa in piazza insieme ad altri settori lavorativi: protesta corale di scuola, sindacati, pensionati e lavoratori del teatro regio e dell'Aeroporto

“Vergogna!”, “Dimettetevi!” “Amministrazione incompetente!”, per l'ennesima volta nel giro di pochi mesi la città si è svegliata stamattina con una nuova protesta. Ad alimentare le urla dei nuovi "indignados " non è più la rabbia contro l'amministrazione Vignali che, qualche anno fa ha messo in ginocchio la nostra città a causa della pressione dei debiti accumulati, portando anche alle cronache giudiziare sindaco e alcune parti della giunta ma, la rabbia contro chi ha preso il posto di quell'amministrazione, la Giunta 5 stelle capitanata dal sindaco Pizzarotti. 

E' tornato in piazza il mondo del settore educativo, quello dei disabili, quello degli pensionati ma anche quello dei lavoratori del teatro Regio, varie delegazioni sindacali ed esponenti di partito.

In questi mesi insegnanti e genitori si sono visti ipotizzare chiusure di asili e tagli di sezioni alimentando così paura di privatizzazioni e perdita di posti di lavoro. “non si possono sballottare in questo modo i bambini, un amministrazione devi tutelare le proprie fasce deboli” esclama una mamma, di fianco ad un insegnante che aggiunge “bisogna salvaguardare il patrimonio storico delle scuole di Parma, modello esportato in tutta Europa”.

Nei giorni scorsi insegnanti, genitori e sindacati sono stati convocati dalla vicesindaco Paci per illustrare “la nuova riorganizzazione dei servizi” e, increduli hanno appreso dalle parole dell'assessore l' “ecatombe” di asili in chiusura e in prossima assegnazione alle cooperative private.

Queste le ragioni che hanno fatto scattare la nuova manifestazione corale che ha visto insieme vari ambiti sociali e realtà  lavorativi, da quello educativo a quello dei pensionati, in aperto dissenso con le drastiche scelte amministrative motivate dall'esigenza di fare quadrare i bilanci comunali visti i tagli governativi.

Sotto gli occhi dei cittadini la nuova strategia comunale che sembra aver stravolto il tessuto sociale della città

PIZZAROTTI 'PUNISCE' I SINDACATI E ANNULLA L'INCONTRO - ? "L’incontro era fissato da settimane per l’1 aprile prossimo, ma non ha più ragione di essere dopo che la protesta si è sostituita al dialogo. Presa di posizione del sindaco dopo la manifestazione dei sindacati in piazza. “Definiscono un taglio drastico una riorganizzazione dell’1,7% sulla spesa di quest’anno dovuta ai tagli di Roma, ma quando il loro governo ha prelevato 20 milioni di euro ai parmigiani nessuno li ha sentiti fiatare. Lo sapevano, ma si sono ben guardati dal venire in piazza per difendere il Comune, come invece avviene in altre città. Mi pare pretestuoso protestare quando sono stati trovati i fondi per i disabili, non certo con il loro supporto, ed è stata garantita l’occupazione degli educatori. Ed è pretestuoso anche portare in piazza problematiche così diverse come Regio e Aeroporto, mettendo nel calderone della protesta argomenti e contrattazioni completamente differenti, con risultati peraltro non certo eclatanti. Chiedono dialogo? Era già fissato da settimane un incontro per il giorno 1 aprile. A questo punto non serve più. L’incontro non lo faremo perché hanno già scelto la strada da percorrere, che non è quella del dialogo. Aspetteremo che portino proposte concrete, e non la demagogia dei loro volantini, perché il bilancio lo si porta avanti con risorse certe e scelte che devono tenere conto della vita di una città intera. Paradossale che si manifesti prima di sedersi al tavolo: se vogliono fare politica, bene, si assumono la responsabilità di strumentalizzare persone e servizi. Noi lavoriamo sull’assistenza ai disabili, sulle scuole, sul teatro per garantire i servizi sopperendo alle mancanze del governo, mentre finora i sindacati li ho solo sentiti parlare”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento