Cronaca

Tagli ai servizi disabili, la protesta in piazza Garibaldi: "Non lasciate sole le famiglie"

Tagli ai servizi per gli alunni disabili. Ieri pomeriggio la protesta di famiglie, disabili ed operatori sociali si è svolta in piazza Garibaldi, nel mezzo dei mercatini di dicembre

Tagli ai servizi per gli alunni disabili. Ieri pomeriggio la protesta di famiglie, disabili ed operatori sociali si è svolta in piazza Garibaldi, nel mezzo dei mercatini di dicembre. Un presidio che ha visto la partecipazione di decine di persone per chiedere al Comune e al sindaco Pizzarotti di mantenere attivi i servizi, anche a fronte dei tagli voluti dal Governo centrale. Cartelli ed interventi al megafono per comnicare ai cittadini le conseguenze che avrebbero i tagli annunciati. 

"La motivazioni -sottolinea un operatore- provengono dalla notizie dell'ultima settimana e dall'incontro che c'è stato questa settimana con l'assessore Rossi e il sindaco dove si dice che si sono delle scadenze per i tagli. La prima scadenza sarebbe a Pasqua, la seconda -se trovassero i soldi- a giugno. Parteciperemo a tutti i tavoli che possano permettere a questa città di non cadere in un deficit di civiltà e di cultura drammatico. Si parla di 150 giovani che perderanno probabilmente il lavoro, o che saranno reinseriti in un contesto di lavoro che non è il proprio e soprattutto ci sono queste famiglie con figli disabili che non avranno più diritto di andare a scuola". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli ai servizi disabili, la protesta in piazza Garibaldi: "Non lasciate sole le famiglie"

ParmaToday è in caricamento