menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Welfare, Cisl replica a Pizzarotti: "Mai smesso di condannare la logica dei tagli da parte del Governo'

Dopo le reazioni del sindaco alla manifestazione di sabato 28 marzo contro i tagli il segretario generale della Cisl di Parma replica al primo cittadino: 'La Cisl non ha mai smesso di condannare la logica dei tagli lineari da tempo si accaniscono da parte dei governi sulle risorse destinate ai territori"

Dopo le reazioni del sindaco alla manifestazione di sabato 28 marzo contro i tagli il segretario generale della Cisl di Parma replica al primo cittadino: 'La Cisl non ha mai smesso di condannare la logica dei tagli lineari da tempo si accaniscono da parte dei governi sulle risorse destinate ai territori".

LA NOTA DI FEDERICO GHILLANI - Apprendiamo dalla stampa le reazioni di netta chiusura da parte del Sindaco alle richieste di confronto sollecitate con la manifestazione di sabato 28 scorso, reazioni giustificate con l’accusa per noi infondata di strumentalizzazione politica, quando è del tutto evidente che i manifestanti erano cittadini e lavoratori uniti dalle forti preoccupazioni per il futuro dei servizi e del welfare della nostra città, mentre la CISL non ha mai smesso di condannare la logica dei tagli lineari che da tempo si accaniscono da parte dei governi sulle risorse destinate ai territori. Riteniamo un errore che il primo cittadino, verso il quale non abbiamo mai nutrito pregiudizi di sorta, non voglia cogliere l’occasione offertagli per rinsaldare il rapporto tra cittadini e Comune, coinvolgendo maggiormente di quanto non sia avvenuto fin’ora le rappresentanze dei lavoratori e delle loro famiglie nel ripensare, anche a fronte delle oggettive difficoltà del momento, un possibile futuro dei servizi resi alle fasce più deboli della nostra città. Si renda conto però il Sindaco che in assenza di chiarezza circa i dati di bilancio e di un vero confronto sulle proposte da noi presentate in materia di welfare e servizi, diventa sempre più difficile continuare a parlare di vere relazioni sindacali, e che senza una adeguata e condivisa programmazione si rischia di cadere di continuo nella logica dell’emergenza dalla quale si può uscire solo condividendo e attuando nella massima trasparenza possibile e con una assunzione collettiva di responsabilità le priorità alle quali vincolare le scelte di un bilancio che non può avere mera natura contabile. Ci ripensi il Sindaco, e capirà che è del tutto nel suo interesse accogliere un confronto che non necessariamente dovrà portare a trovare sempre piena condivisione, ma che comunque potrà sostanziare nell’ascolto reciproco il raggiungimento di soluzioni più adeguate a situazioni di sofferenza che aumentano quotidianamente e alla cui soluzione non possiamo non sentirci tutti impegnati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento